Domenica 25 Agosto 2019
Il giovane, dopo la fine di una relazione, stava per togliersi la vita in un casolare di Trappitello


Taormina. Carabinieri sventano il suicidio di uno stalker

04/04/2015 | CRONACA

1959 Lettori unici

Una giornata particolare quella del Venerdì Santo, che avrebbe potuto assumere contorni tragici se non vi fosse stato il tempestivo intervento dei militari dell’Arma della Compagnia di Taormina, che hanno evitato un drammatico epilogo. Una donna si era presentata in evidente stato di agitazione presso la stazione di Calatabiano e stava iniziando a raccontare al maresciallo la sua storia recente, segnata dagli atteggiamenti minacciosi e persecutori del suo ex convivente. Un ragazzo di meno di trent'anni che non aveva accettato la fine della relazione e che ogni giorno cercava di riallacciare il rapporto con atteggiamenti spesso violenti. Ne avevano fatto le spese la stessa vittima e alcuni suoi amici. Non ce la faceva più quella donna che, presa dalla paura di reazioni violente, aveva deciso anche di trasferirsi. Proprio mentre la stesura della denuncia proseguiva, la donna ha ricevuto un messaggio dall’ex. L’uomo le ha inviato una foto con un cappio al collo palesando il chiaro desiderio di farla finita. La donna ha subito mostrato il messaggio ai carabinieri ed ha riconosciuto il luogo ritratto nella foto, un casolare in una zona isolata a Trappitello, frazione di Taormina. Sono stati attimi concitati. I carabinieri di Calatabiano hanno contattato la centrale operativa della Compagnia taorminese. L’operatore ha subito girato la segnalazione alla pattuglia della Radiomobile indicando la via per raggiungere il casolare. Da lontano i militari hanno visto il giovane che armeggiava con una corda nei pressi di una trave di legno di un casolare. I carabinieri hanno abbandonato la vettura per raggiungere a piedi la zona impervia dove si trovava il ragazzo che alla vista delle divise ha cercato di allontanarsi. L’uomo è stato accompagnato presso l’Ospedale di Taormina dove ha confermato l'intenzione di farla finita ed ha poi accettato il ricovero.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.