Lunedì 16 Settembre 2019
Il Tribunale del Riesame ha accolto l'istanza dei legali del giovane di Paternò


Taormina, scarcerato il 29enne accusato di violenza sessuale

29/10/2016 | CRONACA

1409 Lettori unici

Il Tribunale di Messina

Il Tribunale del Riesame di Messina ha disposto la scarcerazione di Giuliano Salpietro, il giovane di 29 anni di Paternò arrestato e ristretto ai domiciliari il 21 settembre con l’accusa di violenza sessuale e lesioni personali ai danni di una giovane di 23 anni, aggredita all’alba del 29 luglio scorso mentre stava rientrando a casa a piedi dopo aver trascorso la serata in un locale di Taormina. I giudici del Riesame, ai quali i legali del 29enne, gli avvocati Salvatore Asero Milazzo e Alfio Domenico Leanza, hanno presentato istanza contro l’ordinanza del gip che aveva disposto i domiciliari, hanno ordinato l’immediata liberazione del giovane in quanto “la gravità indiziaria in capo a Salpietro non può sostenersi con la probabilità qualificata”. A seguito della denuncia sporta dalla vittima, gli inquirenti erano risaliti a Salpietro dopo aver visionato alcuni filmati sia del sistema di videosorveglianza comunale che di quello di alcuni esercizi commerciali della zona. La decisione del Riesame è maturata in base alle dichiarazioni rese dalla vittima e da alcuni testimoni e dopo le verifiche sugli spostamenti compiuti dal giovane quella notte. In seguito alla diffusione della notizia dell’arresto, Giuliano Salpietro è stato licenziato dalla farmacia presso cui stava iniziando a lavorare.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.