Giovedì 24 Ottobre 2019
Bloccata dalla Polizia locale mentre chiedeva soldi per fantomatiche associazioni


Truffa dei finti sordomuti a Taormina, denunciata una donna

02/06/2019 | CRONACA

840 Lettori unici

Ancora un caso di truffa dei finti sordomuti a Taormina. Dopo il cittadino di nazionalità romena deferito nel marzo 2018, ieri a seguito di una segnalazione sul gruppo WhatsAapp creato Lo scorso anno dalla Polizia locale con i commercianti di corso Umberto, veniva segnalata la presenza di una giovane donna in piazza IX Aprile che avvicinando i numerosi turisti e simulando invalidità uditive e lessicali li convinceva ad elargire dei compensi a favore di fantomatiche associazioni pro sordomuti, da pagare in contanti nell’immediatezza. La stessa donna, identificata successivamente in una cittadina romena di 21 anni domiciliata a Catania, al fine di apparire il più convincente possibile faceva compilare ai malcapitati dei moduli in carta intestata raffiguranti associazioni inesistenti. Sul posto è intervenuto il vicecomandante Daniele Lo Presti il quale, in abiti borghesi, è riuscito a cogliere in flagranza la giovane donna mentre riceveva 10 euro da un cittadino taorminese, simulando altresì di essere sordomuta. A seguito degli accertamenti la donna è risultata non avere alcuna invalidità e ha dichiarato di svolgere tale attività in quanto disoccupata e madre di tre bambini. Per questo la Polizia locale di Taormina, dopo aver ricevuto formale querela dal cittadino raggirato al quale veniva contestualmente restituita la banconota da 10 euro rinvenuta in possesso della giovane donna, ha denunciato a piede libero la cittadina rumena per il reato di truffa.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.