Domenica 18 Agosto 2019
Progetto promosso dall’associazione di scopo Artalit grazie a fondi europei


Alì Terme. Musica, teatro e architettura al Centro diurno

di Redazione | 20/06/2015 | CULTURA E SPETTACOLI

1621 Lettori unici

Il Centro diurno di Ali Terme

Musica, teatro, architettura e tanto altro. Alì Terme si trasforma in una fucina di artisti con stage e laboratori finanziati dalla Regione. Con decreto dell’assessorato dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, il Comune e l’associazione temporanea di scopo “Artalit” sono stati ammessi ad un finanziamento di 381mila 516 euro (di cui 148mila 16 euro cofinanziati) nell’ambito del Po Fesr Sicilia “Valorizzazione delle identità culturali e delle risorse paesaggistico‐ambientali per l’attrattività e lo sviluppo”. “Artalit” raggruppa l’associazione culturale Kripton, l’associazione culturale Musiké Ensemble, l’artista Alfio Busà e l’associazione Arte Alta di Castelmola, capofila, rappresentata da Eleonora Cacopardo. Grazie al finanziamento ottenuto dall’8 giugno è già stato avviato al Centro diurno un laboratorio di divulgazione della musica (contemporanea, body music, percussioni etniche) tenuto da Maria Grazia Armaleo. Lunedì 22, invece, prenderà il via un progetto di teatro urbano diretto da Giancarlo Cauteruccio, presidente del Teatro Studio Kripton di Firenze, denominato “Alì Terme, teatro architettura tra mito e contemporaneità”, che fra le altre cose proporrà un workshop sulla narrazione ambientale dello spazio pubblico condotto dagli artisti/architetti Fiore, Daina e Ciaravella, un laboratorio per l’addestramento della luce e una particolare rivisitazione dell’Eneide sulle musiche originali dei Litfiba. Il 25 giugno, infine, sempre nel centro diurno, sarà avviato un laboratorio per la manipolazione dell’argilla tenuto dall’artista Alfio Busà.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.