Lunedì 22 Luglio 2019
Primo e terzo posto nella sezione Seniores per Sergio Lombardo e Alessandro Triolo


Certamen Peloritanum, successi per due studenti del Classico di S. Teresa

23/03/2015 | CULTURA E SPETTACOLI

1590 Lettori unici

Alessandro Triolo e Sergio Lombardo

Due alunni del Liceo Classico dell’Istituto di istruzione superiore "Caminiti-Trimarchi" di Santa Teresa di Riva hanno ottenuto il primo e il terzo premio al Certamen Peloritanum, organizzato, presso il Liceo Maurolico di Messina dalla delegazione Sgroj-Morabito dell'Associazione Italiana Cultura Classica. Si tratta di Sergio Lombardo Alessandro Triolo della classe IV C, che hanno raggiunto l'ambito traguardo nella sezione Seniores, riservata agli studenti degli utlimi due anni. La prestigiosa competizione nazionale per i Licei, giunta alla ventisettesima edizione e compresa tra i “Certamina” di eccellenza segnalati dal Ministero della Pubblica Istruzione, prevede la traduzione ed il commento linguistico e stilistico-letterario di un passo tratto da importanti autori del mondo letterario latino. Quest'anno gli ottanta partecipanti, provenienti da cinque regioni d’Italia in rappresentanza di 15 licei, si sono cimentati nella traduzione di un brano tratto dall’opera Ab Urbe Condita“ dello storico Tito Livio. Il testo, intitolato “La promessa di un traditore”, aveva per oggetto il racconto di una diserzione verificatasi tra le fila dei difensori della città di Sora durante l’assedio condotto contro la roccaforte ad opera dell’esercito consolare romano. Per Sergio Lombardo è la seconda vittoria nell’anno scolastico in corso: dopo il successo al Certamen di Letteratura Scientifica e Tecnica greca e latina, organizzato dal Liceo “Concetto Marchesi” di Mascalucia, è arrivato il primo posto anche a Messina. Al primo classificato andrà un premio di 500 euro, mentre al terzo verranno consegnati 200 euro.
Da diversi anni, ormai, alcuni allievi del Classico santateresino si dimostrano autentici talenti nella decodifica e nella resa in italiano di testi rappresentativi della classicità. Nella prosecuzione di un efficace iter formativo, la docente di Latino, prof.ssa Giusi Gregorio, ha felicemente constatato come l’intenso impegno profuso nel corso delle lezioni continui a produrre proficui risultati anche in attività concorsuali di portata nazionale. Ciò conferma la costante attenzione ad una formazione dei giovani legata a valori solidi ed irrinunciabili, che trovano spendibilità nella società contemporanea tramite l’adozione di metodologie  di studio efficaci e sempre all’avanguardia. L’esercizio costante, guidato e non, unito all’uso di vari strumenti messi a disposizione degli studenti, fa in modo, infatti, che l’affinamento della logica e l’estrema cura dei linguaggi espressivi restino nei giovani quali patrimonio indispensabile per la piena futura realizzazione nelle diverse realtà lavorative. Rimane innegabile dunque l’esempio per la ricerca della ricchezza sul piano spirituale e per la competenza sul piano metodologico che gli studi classici continuano ad offrire con tenacia e profonda convinzione. La dirigente scolastica dell’Istituto “Caminiti-Trimarchi”, Carmela Maria Lipari, si è complimentata con Sergio Lombardo ed Alessandro Triolo per la prestigiosa affermazione, frutto di uno studio serio e responsabile.

Più informazioni: sergio lombardo  alessandro triolo  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.