Mercoledì 20 Febbraio 2019
Iniziativa dell'associazione "San Pietro Arte": domenica evento a Casalvecchio


"In ricordo di casalvetini illustri", primo omaggio per Antonino Russo

09/02/2019 | CULTURA E SPETTACOLI

609 Lettori unici | Commenti 1

Casalvecchio e il medico Antonino Russo

Far conoscere e tramandare alle nuove generazioni la storia di personalità che hanno contribuito alla crescita della comunità di Casalvecchio Siculo, dando lustro al nome del paese. Con questo obiettivo l’associazione "San Pietro Arte", presieduta da Agatino Rovito, in collaborazione con l’Amministrazione comunale, la Pro Loco, l’Arcipretura, l’associazione “Natura e Tradizioni”, i cultori e gli studiosi di storia casalvetina, le associazioni culturali del territorio e tutta la cittadinanza fonte di ricordi, promuove il progetto “In ricordo di casalvetini illustri, percorso di memoria”. L’iniziativa è stata voluta da Filippo Oneri, socio di "San Pietro Arte" e appassionato di storia locale. Il primo ricordo in programma si celebrerà per la ricorrenza del 25° anniversario della morte del dottor Antonino Russo, medico e francescano laico, che ha fatto della sua professione una missione a servizio della comunità. Domenica 10 febbraio, alle ore 17.30 nella chiesa madre di Casalvecchio, sarà celebrata una messa in suo suffragio, seguita da interventi e testimonianze di chi ha avuto il privilegio di conoscerlo. “Sono molte le personalità da ricordare, perché grazie ad esse si possono rivivere sicuramente momenti di storia importanti – spiega Oneri – tanto per citarne qualcuno, i compianti padre D’Amico, il prof. Carmelo Calabrò, il sindaco Pietro Muscolino, l’ins. Cosimo Caliri, Nino Di Natale, Massimiliano Pugliatti, il dott. Antonino Russo, l’ins. De Lea, il poeta Micio Calabrò, il prof. Carini e il prof. Eugenio Alberti. Le figure saranno ricordate in collaborazione con le famiglie, promuovendo giornate di memoria organizzate in occasione di anniversari e ricorrenze di nascita o morte”.


COMMENTI

Domenico Casablanca | il 09/02/2019 alle 16:13:53

Sono ben felice di apprendere di questa lodevole iniziativa. Sono nato a Casalvecchio ma ho lasciato il paese in tenerissima età al seguito dei miei genitori,anch'essi di Casalvecchio. Al paese si tornava in estate sino alla festa di S. Onofrio. Ho conosciuto personalmente il dott. Russo che curò con dedizione mia nonna: era veramente un uomo di spessore; se non ricordo male, era originario della Calabria. Ho anche conosciuto il maestro Cosimo Caliri che d'estate mi faceva qualche lezione; lo ricordo quando tenne l'orazione funebre per la morte di mio nonno; conoscevo anche il maestro De Lea molto amico di un mio zio sacerdote. Ricordo soprattutto Nino Di Natale, mio cugino, un uomo di grande onestà e vivida intelligenza, purtroppo da poco scomparso. Ricordo anche padre D'Amico che, in occasione della morte di mio padre, mi donò con dedica due suoi libri freschi di stampa: La Chiesa Normanna dei SS. Apostoli Pietro e Paolo nell'8° centenario 1172-1972 e Storia, Arte,Folklore di Casalvecchio Siculo, libri che conservo gelosamente.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.