Venerdì 13 Dicembre 2019
Spettacolo per la festa di S. Rosalia a Rina. Quattro chiacchere con i due palermitani


Comicità e ilarità: Toti e Totino divertono e coinvolgono

di Giancarlo Trimarchi | 01/09/2013 | CULTURA E SPETTACOLI

2717 Lettori unici

Un pubblico caloroso ha accolto ieri sera nella piazza di Rina Toti e Totino, duo comico palermitano invitato nella ridente frazione di Savoca in occasione dei festeggiamenti in onore di Santa Rosalia, patrona della contrada. L'esibizione dei due comici è stata preceduta dalla performance musicale di Daniela Cavallaro, voce emergente nel panorama artistico italiano, che all'interpretazione di diverse canzoni note al grande pubblico ha intercalato la particolare e ricercata atmosfera delle sue creazioni musicali, tra le quali spicca il singolo "Goccia a goccia", risultato molto apprezzato dalla platea. Accompagnati alla tastiera dal maestro Alex Magrì, Toti e Totino hanno fatto il loro ingresso in scena tra gli scroscianti applausi degli spettatori, provenienti da diversi paesi dell’hinterland jonico. Direttamente dal programma televisivo "Insieme", condotto da Salvo La Rosa, lo scoppiettante duo comico palermitano ha animato la serata con il proprio travolgente buon umore e simpatia: battute piccanti, motti di spirito, insistiti doppi sensi sono solo alcune delle sfaccettature di una verve comica che fa della naturalezza e spontaneità il suo principale punto di forza. Seppur in un clima divertente ed ironico, non sono mancati nel corso dello spettacolo spunti di riflessione su temi di attualità come l'omofobia e la violenza sulle donne, evidente dimostrazione del grande spessore umano del duo comico. Il pubblico, di volta in volta reso partecipe dei diversi sketch messi in scena, ha espresso più volte il proprio consenso, applaudendo calorosamente le brillanti e spiritose trovate. Uno humour originale e mai scontato quello del duo comico nostrano, a cui abbiamo fatto alcune domande per i lettori di Sikily News:

Come e in che occasione vi siete conosciuti ed avete deciso di formare un duo?                            "L'occasione ci è stata data dal fatto che essendo cugini siamo cresciuti insieme e abitavamo, come si suole dire, "porta con porta". Il comune percorso di vita e le numerose esperienze condivise hanno rafforzato la nostra complicità sulla scena e ci hanno permesso, anche quando improvvisavamo qualche battuta, di trovare sempre l'uno nell'altro una valida spalla a cui appoggiarci. Molto significativa nella nostra carriera è stata sicuramente l'esperienza dei salesiani: entrambi abbiamo frequentato l'oratorio della nostra parrocchia fino all'età di trent'anni ed è proprio lì che abbiamo iniziato ad ideare ed inscenare i primi sketch. Poi la verve comica ed il consenso del pubblico ci ha permesso di raggiungere con il tempo risultati sempre più importanti e soddisfacenti".

Quali sono stati i comici che più hanno influenzato il vostro modo di fare spettacolo?                    "Non ci sono dei comici in particolare. Noi siamo principalmente degli attori comici che trovano nel teatro la loro più compiuta forma di espressione. D'altro canto la gente ci accomuna spesso, bontà loro, a Franchi e Ingrassia; noi non tentiamo assolutamente di emulare questi due grandi della comicità italiana, consapevoli dell'impari confronto. La nostra comicità nasce dalla strada, da ogni giorno, dalla vita vissuta".

In che modo l'esperienza in teatro vi ha agevolato nel rapporto con il pubblico?                           "Il teatro è sempre la parte magica del nostro lavoro: la televisione è una cosa bella, ma rimane pur sempre asettica perché non vedi tutti coloro che assistono al tuo spettacolo. In teatro subisci le emozioni, gli stati d'animo che gli sguardi del pubblico ti comunicano direttamente. Sono proprio questi ultimi, a nostro avviso, l'indice di gradimento più attendibile che sia possibile consultare”.

Dei consigli per chi voglia intraprendere la carriera di comico?                                                        "Il consiglio che diamo a chi ha intenzione di intraprendere la carriera di comico è: date voi a noi un consiglio su come poter continuare!!!"

Più informazioni: cabaret  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.