Martedì 23 Aprile 2019
Il film di Salvatores realizzato con le clip degli italiani. Tra questi il regista Sergi


"Italy in a day", la prima tv su Rai Tre

di Massimo Marinacci | 26/09/2014 | CULTURA E SPETTACOLI

2487 Lettori unici

Sabato 27 alle 21.30: 75 minuti realizzati con 632 clip

Italy in a day, film documentario e primo social movie italiano firmato dalla regia del premio Oscar Gabriele Salvatores, sorprende ed emoziona. Si tratta della riproposizione di un format lanciato quattro anni fa da Ridley Scott con Life in a day, in cui si raccontano gesti e momenti sacri della nostra vita. Sono gli italiani a farlo attraverso le piccole cose quotidiane: l'attesa del figlio che esce da scuola, il pranzo, l'affacciarsi alla finestra  a contemplare il panorama di casa propria e tanti altri brevi ed intensi momenti di vita. Un documento, in sostanza, che descrive lo stato d'animo degli italiani in questo delicato momento storico. Italy in a day è il frutto di uno spettacolare montaggio di 75 minuti di video girati dagli italiani in un unico giorno, il 26 settembre 2013: 44.197 sono i video inviati, per 2.200 ore di immagini, che sono state selezionate da una squadra di quaranta studenti di due scuole di cinema milanesi coordinati dai montatori Massimo Fiocchi e Chiara Griziotti. I video scelti per il montaggio sono 632; 42 di questi provengono dalla Sicilia. Significativo è il video in cui l'Etna, proprio quel giorno, eruttava fuoco e ceneri. Il vulcano siciliano, infatti, è stato assunto da Salvatores come simbolo dell'Italia arrabbiata ma non rassegnata. “In questa Italia ferita – ha dichiarato il regista – ma che soffre con dignità si arrabbia lei, l'Etna. Si, è una bella metafora dell'Italia”. Inoltre, troviamo l'astronauta siciliano Luca Parmitano che si riprende mentre consuma la colazione del mattino nella navicella spaziale in assenza di gravità. Molto toccante è la testimonianza del collaboratore di giustizia che vive sotto scorta da vari anni per essersi ribellato al sistema mafioso. Fra i filmati scelti da Salvatores, ad inorgoglirci è ovviamente il brano-intervista del talentuoso regista jonico, Fabrizio Sergi, ad uno dei personaggi di Santa Teresa di riva, Giuseppe Spadaro (nella foto), in cui quest'ultimo racconta spontaneamente la sua condizione di vita precaria sotto vari profili.
Il regista Salvatores ha dato un'unità narrativa di racconto ed uno stile documentaristico unico al materiale raccolto creando un impatto emotivo dirompente. Forse uno dei suoi migliori film, caratterizzato dalla sua positiva visione di vita. Il film fa ridere, piangere e riflettere allo stesso tempo e pone in rilievo un'Italia coraggiosa che si vuole sacrificare e vuole riprendersi dalla crisi economica in cui si trova attualmente. Un film che toccherà il cuore e commuoverà. Strepitosa la colonna sonora firmata dai Deproducers. Italy in a day, accolto con entusiasmo da pubblico e critica con una standing ovation di 13 minuti all'ultimo Festival di Venezia, dove è stato proiettato fuori concorso, dopo un breve passaggio nelle sale approda in tv il 27 settembre su Rai 3 alle 21.30, anticipato da una presentazione del regista stesso che sarà ospite al programma di Fabio Fazio “Che tempo che fa”.

 

Italy in a day: il trailer ufficiale

Più informazioni: italy in a day  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.