Domenica 22 Settembre 2019
Si è conclusa la seconda edizione della rassegna di cortometraggi


"Corto di sera", piccolo budget grande successo

23/08/2013 | CULTURA E SPETTACOLI

2490 Lettori unici

Gli organizzatori della rassegna

Si è conclusa con l’assegnazione delle targhe ai cortometraggi più apprezzati da pubblico e giuria la seconda edizione della rassegna di cortometraggi "Corto di sera". La serata, che ha avuto come ospite d'onore lo scenografo e regista Marco Dentici, si è svolta anche questa volta nella suggestiva cornice della villetta San Giacomo a Itala Marina. A vincere il premio come miglior corto per la sezione "Visioni Isolane" - riservata a opere girate in Sicilia o di autori siciliani - è stato «Importante, molto importante» di Alessandra Pescetta. Il cortometraggio tratto dall'omonima pièce teatrale di Savi Manna, che  insieme ad Ilenia Maccarrone ne è anche l'attore protagonista , è stato interamente girato a Piedimonte Etneo. Il film, oltre ad aver coinvolto ed emozionato il pubblico, ha colpito anche la giuria tecnica "per essere riuscito con estrema delicatezza e originalità ad incastrare in una cornice di degrado una splendida storia d'amore" come si legge nella motivazione della giuria. Il cortometraggio è stato molto apprezzato anche dallo stesso Dentici, il quale durante la premiazione ne ha elogiato la fotografia e l'interpretazione attoriale. Un ulteriore successo per il film della Pescetta che, come confermato dalla stessa regista, sta ottenendo numerosi premi in altrettanti festival in giro per l'Italia. Soddisfazione hanno espresso anche gli attori Ilenia Maccarrone e Savi Manna, entrambi presenti alla cerimonia insieme a Giovanni Calcagno, il quale insieme alla Pescetta ha curato l'adattamento cinematografico del film.
Il premio speciale "Giovannello da Itala" è andato invece al cortometraggio «Con un sorriso» del santateresino Fabrizio Sergi. Un corto attuale, incentrato sulla crisi economica che ha come protagonista il noto attore Antonio Catania. Questa la motivazione della giuria: "Il film affronta una tematica di estrema attualità raccontando una storia di redenzione valorizzando abilmente il paesaggio e l’arte locali”.
Per la sezione "From Italy to Itala" riservata ai cortometraggi provenienti dal resto d'Italia, il premio è andato a «Matilde» di Vito Palmieri che con  “lo sguardo elegante del regista riesce a descrivere con delicatezza ed efficacia le difficoltà comunicative della sordità.
“Miglior corto straniero" invece «Luminaris» dell'argentino Juan Pablo Zaramella che con "l’uso di immagini particolari, provenienti da una radicata tradizione artistica, si lega perfettamente a tecnologie contemporanee che riescono a esaltare l’originalità del soggetto". Questi ultimi due registi, impossibilitati a presenziare durante la serata per ovvie questioni logistiche, hanno ringraziato la giuria ed il pubblico di "Corto di sera" con un video messaggio.
Oltre alle tre categorie su citate, la Pro Loco  ed il comitato organizzativo quest'anno hanno deciso di assegnare anche due menzioni speciali a lavori particolarmente meritevoli. A Francesco Coglitore,  autore insieme al compianto professor Giuseppe Cavarra del documentario «Itala, l'ulivo, l'alloro e il grano» è andata la menzione speciale "per aver raccontato in modo coinvolgente ed appassionato la storia e la cultura del paese di Itala, esaltandone le bellezze paesaggistiche e monumentali.". E menzione speciale anche per Daniele Gonciaruk, regista di «Paolo» "film, interamente girato a Messina, che grazie ad un’attenta regia ed alla professionalità di attori e maestranze locali, affronta tematiche universali con intensa sensibilità".
Una targa ricordo è stata donata anche al maestro Marco Dentici "che con il proprio contributo artistico e creativo, oltre a rappresentare un modello ed un punto di riferimento per i giovani talenti locali, stimola a rivolgere uno sguardo più consapevole e responsabile al proprio territorio." La manifestazione ha visto anche quest'anno una buona partecipazione di pubblico ed appassionati di cinema provenienti anche dai paesi limitrofi.
Soddisfatti gli organizzatori della Rassegna. "La buona riuscita di manifestazioni come questa - afferma Sebiano Chillemi, responsabile organizzativo di "Corto di sera" - testimonia il fatto che anche senza grandi somme è possibile realizzare serate di qualità che coinvolgano il pubblico. La Rassegna è stata decisamente "low budget". Tutto ad opera dei volontari dello staff che in questi mesi hanno lavorato per la buona riuscita dell'evento: Donatella Manganaro, Gaetano Sciacca, Gioele Micali , Daniela Musarra, Roberta Denaro, Valeria Cristelli, Tonino Foti e all'associazione culturale "Cantina 45".

 

Fabrizio Sergi riceve il premio da Marco Dentici

 

Da sinistra: Calcagno, Dentici, Pescetta, Maccarone e Manna

 

L'intervento di Savi Manna

Più informazioni: corto di sera  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.