Sabato 20 Luglio 2019
Grande partecipazione all'evento rievocativo dell'estate del 1943


S. Teresa. Una serata piena di storia ed emozioni

di Andrea Rifatto | 21/08/2013 | CULTURA E SPETTACOLI

3076 Lettori unici | Commenti 1

Una splendida cornice di pubblico ha partecipato ieri sera nel Parco Unità d'Italia a Villa Crisafulli-Ragno all'evento culturale dedicato all'estate del 1943, ovvero allo sbarco alleato in Sicilia durante la Seconda Guerra Mondiale, in particolare alla presenza delle truppe a S. Teresa di Riva. Presenti numerose autorità militari in rappresentanza delle Forze Armate, esponenti dell'ANPI, dell'Unione Nazionale Ufficiali in Congedo, dell'Associazione Nazionale del Fante e della Lega Navale Italiana. A rappresentare il Comune di S. Teresa di Riva il vice sindaco Antonino Famulari e gli assessori Giovanni Bonfiglio e Salvatore Bucalo. La serata, moderata da Fabrizio Sergi ed organizzata con il contributo dell'Associazione Amici del Mare Enalpesca - sezione di S. Teresa di Riva, è iniziata con l'esecuzione del silenzio e dell'inno nazionale accompagnato dall'ammaina bandiera, eseguito dal Corpo di Polizia Municipale. Un saluto è stato porto dall'avv. Angelo Garufi, testimone diretto degli eventi del 1943, per entrare poi nel vivo con gli interventi: il Prof. Carmelo Ucchino, docente di Lettere e Storia, ha spiegato quelle che furono le strategie e gli avvenimenti a livello nazionale che portarono alla firma dell'armistizio di Cassibile il 3 settembre del 1943, ricordando le tante vite umane spezzate da una guerra dura e feroce. Il dott. Nino Rifatto ha invece ripercorso gli avvenimenti di quei giorni nella Sicilia Orientale, in particolare nella fascia jonica e a S. Teresa di Riva, dove le truppe alleate stazionarono per circa 20 giorni prima di imbarcarcarsi alla volta della Calabria; interessante l'intervento dell'arch. Salvatore Coglitore, che ha svelato il perchè all'arrivo degli anglo-canadesi a S. Teresa di Riva il podestà dell'epoca, Angelo Trimarchi, riuscì a conquistare la fiducia degli alleati che lo nominarono sindaco provvisorio, fatto molto raro in quegli anni. Durante la serata l'attore Daniele Perrone ha letto dei brani di episodi legati a S. Teresa di Riva, storie di morte ma anche di amore, eventi rimasti sconosciuti, curiosità e notizie di quel mese di agosto del 1943. E' stato porto un saluto anche da Giovanni Cami, l'ultimo reduce di guerra santateresino, e da Vittorio Gregorio, che ha letto dei brani tratti dal diario del padre. Ad arricchire gli interventi la proiezione di filmati d'epoca rigurdanti il periodo storico in questione: ha suscitato molta curiosità in particolare il video inedito relativo alla presenza delle truppe a S. Teresa, dove furono filmati i soldati intenti ad imbarcarsi sui mezzi navali, l'arrivo in paese tramite la strada statale e altre immagini sulle operazioni militari. A chiudere la splendida serata l'incontro con la famiglia Ardizzone, giunta dall'Inghilterra: Edward Ardizzone era un artista ed illustratore inglese al seguito delle truppe alleate e durante l'estate del 1943, giunto a S. Teresa di Riva, realizzò un dipinto raffigurante le truppe in fase di imbarco sulla spiaggia di S. Teresa. A distanza di settant'anni i nipoti di Edward hanno realizzato un sogno: quello di giungere in Sicilia nei luoghi in cui il nonno aveva trascorso alcuni mesi, e di cui aveva sempre tramandato un bellissimo ricordo, legato all'ospitalità della gente e alle bellezza del territorio. Alla famiglia Ardizzone sono state donate due targhe con l'incisione del dipinto realizzato dal nonno, mentre gli organizzatori dell'evento hanno avuto in omaggio un album con la raccolta delle opere realizzate dall'artista inglese. L'arch. Salvatore Coglitore ha poi lanciato una proposta: creare un museo dedicato agli eventi della Seconda Guerra Mondiale in cui raccogliere soprattutto il materiale relativo a S. Teresa di Riva, per far sì che rimanga sempre vivo il ricordo di quell'epoca storica. Proposta accolta con favore dal vice sindaco Antonino Famulari, complimentatosi per il lavoro di ricerca svolto per organizzare l'evento. "Siamo certi che esiste ancora molto materiale su S. Teresa - ha dichiarato Fabrizio Sergi, uno degli promotori dell'iniziativa - e il lavoro di ricerca e studio continuerà per avere sempre più notizie sulla nostra cittadina." Di grande interesse la mostra fotografica e di reperti storici del periodo, realizzata con pezzi di collezioni private o grazie a ritrovamenti. I brani musicali sono stati eseguiti dalla banda "V. Bellini" di S. Teresa di Riva, diretta dal maestro Carmelo Garufi.

 

Le foto della serata realizzate da Giampaolo Carrolo

Se non vedi la gallery clicca qui

Get the flash player here: http://www.adobe.com/flashplayer

 

 

 

 

 

 

Guarda il video realizzato da Salvatore Coglitore

Più informazioni: estate 1943  


COMMENTI

santo trimarchi | il 21/08/2013 alle 19:48:45

Evento significativo" L'estate del 1943 a Santa Teresa di Riva" che fa onore agli organizzatori e si afferma come fatto culturale fondamentale per una comunità in cerca d'identità forte. La nostra memoria storica è segnata da momenti tragici che hanno attraversato il nostro paese durante il ventennio fascista, la II guerra mondiale, lo sfollamento e lo sbarco degli alleati. La possibilità di ricordarne sempre i tratti salienti costituisce un terreno fertile su cui innestare e coltivare il senso dell'appartenenza, della solidarietà e della giustizia, sostenendo il valore dei beni comuni, della pace e della legalità.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.