Lunedì 16 Settembre 2019
Al Palacultura la giornalista del Corsera ha discusso del suo romanzo con gli studenti


"Storia di Malala": la scrittrice Viviana Mazza al Classico di S. Teresa

22/03/2014 | CULTURA E SPETTACOLI

4410 Lettori unici

Viviana Mazza e Malala Yousafzai

Nell'ambito del progetto "Leggiamo gli autori contemporanei", realizzato in collaborazione con la libreria Mondadori di Taormina, le classi del ginnasio del Liceo Classico "E. Trimarchi" di Santa Teresa di Riva hanno incontrato martedi scorso, presso il Palazzo della Cultura della cittadina jonica, la giornalista e scrittrice Viviana Mazza, autrice del libro "Storia di Malala", edito da Mondadori. Giornalista del "Corriere della Sera", Viviana Mazza scrive nella redazione esteri, raccontando con passione, semplicità e professionalità storie e destini di uomini, donne, bambini vittime delle guerre.
L'incontro è stato scandito da alcuni brani musicali, eseguiti dall'orchestra di Istituto, diretta dalla prof.ssa Nuccia Scarcella. L'occasione ha fornito lo spunto per momenti di approfondimento storico, di riflessione e di interessante confronto con l’autrice, che si è prestata al dialogo rispondendo, con grande disponibilità, alle domande poste dagli allievi, che si sono soffermati anche sulla situazione attuale della scuola pubblica e sul valore dell’istruzione.

Con il romanzo "Storia di Malala", Viviana Mazza è tra le prime in Italia a raccontare la storia di Malala Yousafzai, la più giovane candidata al Premio Nobel per la Pace, definita nel 2013 dalla rivista americana "Time" una dei personaggi più influenti dell'anno. Attingendo al diario scritto da Malala per la BBC, a due documentari del "New York Times" e ad altre interviste concesse da lei e dal padre prima dell'attentato, Viviana Mazza ha costruito un romanzo semplice ed appassionante, adatto ai lettori di tutte le età, facendo conoscere non solo la storia di questa ragazza che ha lottato e lotta per ottenere il diritto allo studio, per lei e per tutte le ragazze a cui tale diritto viene negato, ma mettendo in risalto la speranza in un futuro migliore  per i giovani a cui la vita non ha riservato altro che battaglie, morte e divieti imposti dai talebani. Questo libro, inoltre, costituisce anche un monito per tutti gli studenti a dare valore e a riscoprire l'istruzione come un elemento imprescindibile per formare giovani uomini e giovani donne liberi, indipendenti e consapevoli.

L'incontro è stato coordinato dalle docenti referenti del progetto, le prof.sse Sara Fara e Pasqua Santoro. La Dirigente Scolastica, Dott.ssa Carmela Maria Lipari, si è complimentata con i ragazzi e con i loro docenti per l’impegno profuso nel dar vita a lavori originali e di interessante spessore culturale. 

 



Più informazioni: liceo classico santa teresa  leggiamo gli autori contemporanei  libri  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.