Martedì 18 Febbraio 2020
Dal 15 al 20 agosto scenografia con tante novità, per privilegiare voci ed acustica


Taormina Opera Stars, l'orchestra protagonista al Teatro Antico

02/07/2015 | CULTURA E SPETTACOLI

1466 Lettori unici

"Un nuovo modo di concepire l'Opera, una scenografia mozzafiato che privilegia le voci ed esalta l'acustica del Teatro Antico!": è questa l’idea del direttore artistico del “Taormina Opera Stars”, Enrico  Stinchelli, che ha annunciato il progetto di porre l’orchestra sul palco della cavea e liberare i posti in platea, tradizionalmente invasi dai leggii dei professori d'orchestra. "Oltre a costituire un assetto nuovo e scenograficamente interessante – afferma Stinchelli – come già sperimentato in Tosca nel 2002 sempre a Taormina, questo sistema consente il perfetto amalgama con le voci, sempre penalizzate dalla posizione dell'orchestra in buca, che poi buca non è ma semplicemente la platea, o meglio lo spazio in cui anticamente agivano gli attori delle tragedie, vale a dire lo spazio acusticamente più adatto a proiettare i suoni. È un grave errore porre l'orchestra in un’improvvisata buca – spiega Stinchelli –: capisco che  molti impresari fanno così, ma l'effetto è fortemente penalizzante per chi ascolta: orchestre tonanti, ottoni e percussioni in primo piano, cantanti che  devono forzare la voce o che addirittura risultano inudibili. Abbiamo elaborato il nuovo piano scenotecnico lo scorso autunno, mantenendo il più assoluto riserbo fino ad ora, ma è venuto il momento di renderlo noto". Nella cavea del Teatro Antico, dal 15 agosto al 20 agosto, verranno così realizzate, con un gioco di luci innovativo e fantasmagorico, Nabucco, Traviata e Aida.

Più informazioni: taormina opera stars  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.