Giovedì 12 Dicembre 2019
Al 'Val d'Agrò' di S. Teresa la pièce teatrale sul terremoto di Messina e l'emigrazione


“Terremigranti 1908-1920” entusiasma il pubblico, applausi per la prima dei Sikilia

di Andrea Rifatto | 10/11/2014 | CULTURA E SPETTACOLI

2121 Lettori unici

Le voci del popolo messinese in quegli interminabili 37 secondi che hanno raso al suolo la città, l’esodo dei sopravvissuti e la partenza per terre lontane: dolori, speranze, intense emozioni che la Compagnia Sikilia ha magistralmente fatto rivivere alla prima di “Terremigranti 1908-1920”, pièce teatrale che ha entusiasmato e a tratti commosso il pubblico che ha riempito in ogni ordine di posti il teatro “Val d’Agrò” di S. Teresa di Riva, per assistere alla rappresentazione messa in scena dalla compagnia guidata da Cettina Sciacca, che ne ha curato la regia. Presenti numerose personalità del mondo politico, culturale e sociale della provincia, come gli storici messinesi Franz Riccobono e Antonino Principato, che hanno contribuito al lavoro di ricerca storica fatto dai Sikilia, ma anche molti giovani desiderosi di conoscere l’ultimo lavoro della compagnia. Madrina dell’evento è stata Camilla Nata, giornalista ed inviata della trasmissione Rai “La Vita in Diretta”.
Sulla scena un ambiente quasi del tutto spoglio, che ha lasciato lo spettatore libero di immaginare il contesto spazio-temporale in cui gli abitanti di Messina hanno visto la propria città distrutta da una terribile catastrofe che ha cancellato per sempre migliaia di vite umane. Dalla tragedia del terremoto alla speranza di trovare fortuna lontano dalla Sicilia, senza però dimenticare la terra natia. A rendere unico lo spettacolo movimenti coreografici di grande suggestione e le musiche dirette da Antonio Pizzi. I ripetuti applausi del pubblico hanno consacrato il tributo a quanti hanno continuato a vivere nella speranza del cambiamento, con rimandi ai nostri giorni che hanno fatto riflettere gli spettatori. Notevolmente soddisfatta al termine della prima teatrale Cettina Sciacca, che ha saputo coniugare due temi non facilmente rappresentabili in scena grazie all’abilità di attori di ogni età che hanno interpretato alla perfezione i propri ruoli. I prossimi appuntamenti con lo spettacolo “Terremigranti 1908-1920” sono in programma al teatro “Val d’Agrò” di S. Teresa di Riva il 15, 29 e 30 novembre e il 7 dicembre. Non resta che andare a vederlo.

 

Più informazioni: sikilia  terremigranti  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.