Mercoledì 20 Marzo 2019
Il capogruppo spiega di non condividere più la visione politica dell'opposizione


Alì, Natalino Triolo lascia la minoranza ed è pronto all'addio a Forza Italia

di Andrea Rifatto | 14/03/2019 | POLITICA

458 Lettori unici

Il consigliere Natalino Triolo

A neanche un anno dalle elezioni la minoranza consiliare di Alì perde un pezzo. Il 25enne capogruppo Natalino Triolo ha infatti deciso di lasciare la compagine e rimanere indipendente in Consiglio comunale. Lo ha comunicato in una nota protocollata oggi in municipio e indirizzata ai consiglieri, al sindaco, al presidente del Consiglio e al segretario comunale. “La decisione non è dettata da scontri interni ma da diverse visioni sull’approccio con la maggioranza e nell’affrontare le problematiche cittadine – spiega – e arriva al culmine di una profonda riflessione maturata nell’arco degli ultimi mesi, nel corso dei quali è emersa un’incolmabile distanza, in termini di visione ed approccio politico-gestionale, su alcuni temi chiave che riguardano la collettività che abbiamo l’onore di rappresentare. Si sono palesate visioni inconciliabili con i colleghi del sopracitato gruppo, nei confronti dei quali, sia chiaro, a prescindere dalla divergenza di vedute, continuo a nutrire un sincero rispetto umano prima che politico. Detto ciò mi preme rassicurare la comunità di Alì, con la quale ho contratto un impegno che nasce da un presupposto di fiducia accordatami dagli elettori, che continuerò, seppur in totale autonomia, a servirla con lo spirito di servizio che contraddistingue il mio modo di intendere il ruolo di consigliere comunale. Rimango a servizio della comunità h24 e rimane il rispetto per i miei colleghi ma continuo da indipendente nel rispetto dell’impegno con gli elettori, votando favorevolmente solo quei provvedimenti che riterrò funzionali alla crescita della comunità di cui io stesso sono parte”. Natalino Triolo ha porto “un doveroso ringraziamento al sindaco, alla Giunta e a tutto il Consiglio comunale per la stima e il rispetto che ha contraddistinto sino ad oggi il nostro rapporto. Confido nel fatto che il proseguo di questo mandato sarà scandito da un approccio armonico e sinergico tra gli organi amministrativi e i loro componenti, nell’esclusivo interesse dei nostri concittadini”.

Triolo milita in Forza Italia e si definisce “pupillo” dell’onorevole Franco Rinaldi: “Da tempo provo a convincere lui e Luigi Genovese a lasciare il partito – aggiunge a margine della fuoriuscita dalla minoranza – perché i valori del ‘94 non esistono più. Sono stato anche tra i più attivi, membro di Forza Italia Giovani Messina, sono stato tra i più attivi nella Missione Italia ma per le Europee preferirei non votare Fi, perché è un movimento scaduto”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.