Sabato 19 Ottobre 2019
Da due anni aveva lasciato la maggioranza. 'Amministrazione lontana dai cittadini'


Alì Terme, Micalizzi si dimette da consigliere: sarà un probabile candidato sindaco

di Gianluca Santisi | 10/05/2017 | POLITICA

1810 Lettori unici

Tommaso Micalizzi

Tommaso Micalizzi si è dimesso da consigliere comunale di Alì Terme. La decisione è maturata al termine di una lunga riflessione, che già due anni fa avevano portato l'esponente di “Alì Terme nel cuore” a rimettersi dalla carica di capogruppo consiliare. “I miei tentennamenti – ha spiegato Micalizzi – sono dipesi soltanto dal legame di amicizia che nutrivo e nutro nei confronti del gruppo. Non mi andava di abbandonare una barca in difficoltà ma di giorno in giorno mi sono reso conto che soltanto il capitano abbandona per ultimo”. Insomma, secondo Micalizzi la “barca” della maggioranza sta ormai per affondare. Lo scorso gennaio tre consiglieri - Rita Cicala, Giovanna Manganaro e Giovanni Cassisi, avevano lasciato il gruppo fedele al sindaco Giuseppe Marino per attestarsi su posizioni autonome. Un segnale ulteriore dello sfaldamento interno alla maggioranza. “L'ultimo quinquennio – ha evidenziato Micalizzi – è stato caratterizzato dalla presenza di un'amministrazione lontana dai bisogni della gente. La brutta copia di quella che l'aveva preceduta, pur essendo pressoché identici i componenti che la rappresentavano. In paese si avverte sempre di più uno scollamento tra elettori ed eletti. La base che aveva sostenuto il nostro progetto politico – ha aggiunto l'ormai ex consigliere – è stata colpevolmente lasciata in disparte e nessuno si è curato di sentire la voce di quel popolo che per ben due volte ci ha lusingato con una pioggia di consensi”. Micalizzi lascia ma è pronto a tornare da protagonista. Forse anche come candidato sindaco alle amministrative del prossimo anno. “Sono disponibile ad intraprendere – ha concluso – laddove ci fossero i presupposti e sotto l'egida del movimento politico “Sicilia Vera” e del suo presidente Cateno De Luca, nuove più stimolanti azioni che abbiano a cuore le sorti di Alì Terme”. Il Consiglio comunale rimarrà fino a fine legislatura con 11 componenti uno in meno della composizione originaria, in quanto non sarà possibile effetuare surroghe poichè tutti i candidati della lista "Alì Terme nel cuore" hanno fatto il loro ingresso nell'assemblea cittadina.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.