Giovedì 22 Agosto 2019
Interrogazione di due consiglieri di minoranza: chieste soluzioni definitive


Ancora fogna sulla spiaggia di S. Teresa: "Inutile fregiarsi della Bandiera blu"

12/02/2019 | POLITICA

591 Lettori unici

Lo sversamento di domenica

“Siamo all'inizio dell'anno e già iniziano gli sversamenti sulla spiaggia: non è di buon auspicio!”. A dirlo i consiglieri di minoranza Antonio Scarcella e Giuseppe Migliastro del comune di S. Teresa di Riva, che ieri hanno presentato un’interrogazione a risposta scritta al sindaco Danilo Lo Giudice sulla fuoriuscita di reflui fognari avvenuta domenica sull’arenile. “S. Teresa è un comune a rilevanza turistica, come anche affermato in più occasioni dal sindaco – esordiscono i due – l’estate del 2018 viene ricordata per i numerosi sversamenti di liquami sulla spiaggia e il 18 agosto la (allora) minoranza consiliare, in  seguito all’ennesimo sversamento in qualche zona della spiaggia, diramava un comunicato stampa con il quale  esprimeva rammarico per tale situazione incresciosa verificatasi il giorno precedente (17 agosto), facendo rilevare come un comune di tal genere non poteva permettersi, nel pieno della stagione balneare, simili figuracce; tale gravissimo problema si è verificato anche successivamente, culminando con l’enorme sversamento nella spiaggia, in prossimità di via del Carmine, il 26 agosto. Il 10 febbraio vi è stata altra fuoriuscita di liquami nella spiaggia, in prossimità di via Sparagonà – denunciano adesso Scarcella e Migliastro – che si è diramata per un lungo tratto e si è reso necessario l’intervento dell’espurgo per eliminare tale altra situazione di disagio. A nulla è valsa l’altra interrogazione consiliare del 28 agosto, riscontrata dal sindaco il 28 settembre, il quale faceva presente che “si è proceduto immediatamente mediante interventi di somma urgenza entrambi del 18 agosto con la disinfezione e sanificazione delle aree interessate; siffatta situazione ha già creato, in passato, un danno all’immagine turistica della nostra città, la quale, inutilmente si fregia di avere ottenuto la Bandiera Blu, persistendo siffatto stato di cose”.

I consiglieri Scarcella e Migliastro rappresentano quindi “ancora una volta come la salute pubblica rappresenti obiettivo primario da perseguire, oltre che prioritario rispetto a qualsiasi altro interesse di qualsivoglia natura e che, in previsione della prossima estate, quanto accaduto non è di buon auspicio”, ricordando inoltre "che la realizzazione della rete fognaria non è più procrastinabile”. Al sindaco Lo Giudice chiedono “se l’Amministrazione intende procedere, con estrema urgenza, alla realizzazione della rete fognaria; se, per i fatti suddescritti, sono stati adottati, nell’immediatezza, provvedimenti in materia di igiene e sanità pubblica; se intende rendere edotte le Autorità competenti in materia di igiene e sanità pubblica”


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.