Giovedì 22 Agosto 2019
Giuramento dei consiglieri e del sindaco. Marco Paratore eletto presidente del Consiglio


Antillo, la minoranza diserta l’insediamento: "Fatto grave, non accettano il risultato"

di Andrea Rifatto | 18/06/2016 | POLITICA

3409 Lettori unici | Commenti 1

Consiglieri, sindaco e assessori dopo la seduta

Tutto secondo previsioni all’insediamento del Consiglio comunale di Antillo, che ieri sera si è riunito per la prima volta dopo le elezioni amministrative del 5 giugno scorso che hanno visto il successo della compagine del riconfermato sindaco Davide Paratore. La sorpresa è stata però l’assenza del gruppo di minoranza, che probabilmente non ha ancora attutito il colpo e ha deciso di disertare la seduta d’esordio tra lo stupore dei consiglieri presenti, degli amministratori e dei cittadini che hanno partecipato numerosi alla “prima” del Consiglio antillese. Ad aprire i lavori è stata Simona Lo Schiavo, la più votata alla consultazione elettorale, che ha proceduto a far giurare i consiglieri neoeletti e alle surroghe dei dimissionari: sui banchi della maggioranza siederanno per i prossimi cinque anni Marco Paratore, Paola Calabrò, Daniele Lo Giudice, Simona Lo Schiavo, Giovanna Novelli, Shane Palella e Carmelo Cardone, che ha preso il posto di Simone Bongiorno, dimessosi per ricoprire la carica di vicesindaco. Per la minoranza avrebbero dovuto prestare giuramento Rita Palella, Carmelina Smiroldo e Giuseppe Muscolino, che però non si sono presentati. Palella ha depositato ieri in municipio una nota con la quale ha dichiarato di rinunciare alla carica di consigliere, così come Smiroldo, la cui rinuncia è stata dichiarata irricevibile dagli Uffici in quanto non presentata personalmente dall’interessata. Il Consiglio ha quindi convalidato l’elezione di Carmelina Smiroldo e Giuseppe Muscolino, mentre ha surrogato Rita Palella con il primo dei non eletti nella lista “Uniti per Antillo”, Salvatore Smiroldo, anche lui assente alla seduta e deciso, secondo i rumors provenienti dallo schieramento che sosteneva la candidatura a sindaco di Antonio Di Ciuccio, a rinunciare allo scranno. Nelle prossime sedute potrebbero quindi subentrare a ricomporre il gruppo di opposizione Francesco Bongiorno, Salvatore Bongiorno e Romualdo Lo Conti.

Il Consiglio ha poi preceduto ad eleggere il presidente e il vicepresidente dell’assemblea, carica che sono andate rispettivamente a Marco Paratore, presidente uscente, e a Giovanna Novelli, assessore nella passata legislatura: entrambi hanno ottenuto i sette voti del gruppo di maggioranza. “Sono amareggiato per l’atteggiamento della minoranza, anche nei confronti della cittadinanza antillese – ha dichiarato Marco Paratore nel suo saluto di ringraziamento –: bisogna guardare avanti per cercare la serenità e il confronto politico dopo una campagna elettorale aspra che ha messo a dura prova anche i rapporti umani. Mi impegno ad assicurare il giusto spazio a tutti i consiglieri eletti, anche alla luce della nuova composizione del Consiglio che ha assegnato meno componenti allo schieramento di opposizione”. Breve ringraziamento anche per Giovanna Novelli, che ha espresso la propria gratitudine verso gli antillesi per la fiducia che le hanno concesso consentendole di entrare per la prima nel Civico consesso, “dove mi impegnerò per il bene di tutta la cittadinanza”. A guidare il gruppo di maggioranza “La nostra terra-Antillo” sarà Simona Lo Schiavo: “Ringrazio i cittadini per la fiducia e i colleghi per la nomina a capogruppo, sarò al servizio della comunità per amministrare e risolvere i problemi, ascoltando anche suggerimenti e richiami”.

All’ultimo punto della seduta di insediamento il giuramento del sindaco Davide Paratore, che ha poi rivolto un breve discorso di ringraziamento al Consiglio comunale e alla cittadinanza stigmatizzando l'assenza della minoranza: “Provo amarezza per quanto è accaduto questa sera – ha esordito il sindaco –: non siamo più in campagna elettorale e mi dispiace che i consiglieri di opposizione non abbiano voluto accettare il risultato delle urne e il ruolo di rappresentanti del popolo che gli è stato affidato. La loro assenza questa sera in aula è un fatto grave, frutto di una strategia sterile. Dobbiamo abbassare i toni per riportare la serenità in paese e lavorare insieme, le porte del Comune saranno sempre aperte a tutti e sarò il sindaco di tutti” – ha sottolineato Paratore, che ha poi letto il Discorso di Pericle agli Ateniesi, ribadendo che la sua politica ad Antillo sarà incentrata sulla democrazia, prima di presentare pubblicamente gli assessori assessori Simone Bongiorno, Gianluca Sturiale ed Elisa Smiroldo, presenti alla seduta.

 


COMMENTI

coletti mario | il 18/06/2016 alle 12:55:16

CONGRATULAZIONI A TUTTI GLI ELETTI ...........E AGGIUNGO UNA FRASE NON CONIATA DA ME MA PRESA IN PRESTITO............. " VI E' PIACIUTA LA BICICLETTA... ORA DOVETE PEDALARE" tutti dico tutti i residenti e ospiti del comune di Antillo hanno delle aspettative quindi FORZA e tenete in alto il nome del vostro/nostro campione GRANDE "VINCENZO NIBALI" vostro corregionale IN BOCCA AL LUPO A TUTTI MAGGIORANZA E MINORANZA PERCHE' LE DUE FORZE POSSO DARE PIU' PROPULSIONE PER RAGGIUNGERE I TRAGUARDI CHE TUTTI I RESIDENTI SI ASPETTANO

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.