Martedì 12 Novembre 2019
Il sindaco di Nizza si iscrive al partito. A Catania annullata l'assemblea provinciale


Candidati unici, veleni e sorprese: il Pd siciliano riparte dai congressi locali

di Andrea Rifatto | 27/10/2013 | POLITICA

3879 Lettori unici | Commenti 4

Da sinistra: Ridolfo, Casablanca, D'Arrigo. Sotto: Di Tommaso, Parisi, Coslovi

Settimane di fermento politico per il Partito Democratico, impegnato nel tesseramento 2013 e nell’organizzazione dei congressi per la designazione delle cariche di partito. La provincia di Messina è chiamata ad eleggere il nuovo segretario provinciale, dopo un lungo periodo di commissariamento. Elezioni che in realtà si traducono in una formalità, essendoci infatti un solo candidato alla guida della segreteria provinciale, il sindaco di Ficarra Basilio Ridolfo, che non avrà alcun antagonista nella corsa alla segreteria. Designazione, quella di Ridolfo, che pare abbia messo d’accordo quasi tutte le correnti del Pd messinese, nonostante le aspre discussioni degli ultimi mesi e i risultati non certo esaltanti delle scorse amministrative nella città dello Stretto. Quasi tutte perché i renziani, sebbene il deputato regionale Giuseppe Laccoto, da poco nell'area che fa riferimento al sindaco di Firenze, abbia firmato l’accordo per la candidatura di Basilio Ridolfo, non hanno digerito la scelta, soprattutto perché il sindaco di Ficarra è molto vicino alle posizioni dell’on. Francantonio Genovese. Ma la scelta di Ridolfo pare sia stata avallata anche dal deputato regionale Davide Faraone, renziano doc: da qui le voci di un accordo tra Genovese e Renzi, prontamente smentite da Faraone. Operazione, quella per la scelta di Ridolfo come segretario provinciale, che comunque non è andata giù a renziani come Francesco Quero e Giacomo D’Arrigo, vicepresidente regionale di Big Bang, che punta ad una logica di rinnovamento e cambiamento della politica con Matteo Renzi segretario nazionale. Entro il 6 novembre sapremo con che numeri Basilio Ridolfo verrà eletto segretario provinciale del Partito Democratico. A Catania invece il congresso provinciale è stato annullato: i due candidati alla segretaria Iacopo Torrisi e Mauro Mangano hanno deciso, di comune accordo, di ritirare le proprie candidature. Sono state riscontrate infatti irregolarità nei tesseramenti dopo i ricorsi presentati dai civatiani e si è deciso di rinviare in primavera l'elezione dei vertici catanesi del partito. 

 

Eletti i segretari di S. Teresa, Letojanni e Nizza di Sicilia: il sindaco Di Tommaso aderisce al Pd

A Taormina, dove il segretario uscente Christian Coslovi dovrebbe essere riconfermato, l'assemblea, prevista per sabato pomeriggio alle 16.30, è stata rinviata a mercoledì 30 a causa dell'assenza di alcuni iscritti. A Letojanni il nuovo segretario del circolo è il giovane Mario Curcuruto, mentre vice è stata eletta Maria Paola Spurio: del nuovo coordinamento fanno parte Orazio Cicala, Orazio Saitta (tesoriere), Stefania Oliva e Carmelo Savoca. All’Assemblea Provinciale del Partito è stata delegata Marina Scimone.
A Nizza di Sicilia è stato riconfermato l’uscente Francesco Parisi alla guida del circolo cittadino, con la sorpresa dell’adesione al Partito Democratico del sindaco Giuseppe Di Tommaso. Il coordinamento nizzardo del Pd è formato da Antonietta Cintorrino, Maria Elena Carbone, Alessia Coledi, Francesco Briguglio, Pippo Basile, Daniele Foderà, Francesco D’Amico. Delegato provinciale è stato eletto Giacomo D’Arrigo.
Tutto come previsto anche a S. Teresa di Riva, dove Angelo Casablanca (alla guida del circolo santateresino dal 2008) è stato eletto segretario del partito. Fanno parte del coordinamento del circolo: Pablo Spadaro, Paola Rifatto, Sebastiano Casablanca, Sebastiano Pinto, Giuseppe Trimarchi, Alberto Rifatto, Rosario Riganello, Pina Lontri, Graziella Ascensione, Oriana Puglia, Angela Muscolino, Antonio Fascetto, Manfredi Centorrino, Cettina Cundari, Rosalba Pagano, Carla Sgnaolin, Tindaro Savoca, Claudio Mantarro, Salvatore Piazza, Paola Morales. Delegati provinciali saranno Pablo Spadaro, Pina Lontri e Antonio Fascetto. Su 60 tesserati hanno partecipato al voto in 19: Casablanca ha ottenuto 19 preferenze come segretario mentre i delegati provinciali a supporto dell’unica lista esistente, quella di Basilio Ridolfo, si sono fermati a quota 16, con l’astensione di renziani e civatiani. Prima delle operazioni di voto i segretari uscenti hanno relazionato sul lavoro svolto negli ultimi anni alla guida dei circoli cittadini.
Per la preselezione delle candidature a Segretario Nazionale le riunioni di Circolo si svolgeranno invece dal 7 al 17 novembre. I vari esponenti locali presenteranno le linee  politiche collegate ai quattro candidati alla segreteria nazionale del Pd, ovvero Giuseppe Civati, Gianni Cuperlo, Gianni Pittella e Matteo Renzi. Al termine delle votazioni per la selezione dei candidati per le primarie, in ragione dei voti ottenuti da ogni singolo candidato, l’Assemblea di Circolo eleggerà i propri rappresentanti alla Convenzione provinciale.

 

Alcuni componenti del coordinamento Pd di Santa Teresa 

 

I delegati di Santa Teresa all'Assemblea provinciale (da sin. Fascetto, Lontri, Spadaro) 

Più informazioni: pd  pd santa teresa  pd taormina  pd nizza di sicilia  pd riviera jonica  pd catania  pd messina  


COMMENTI

Pippo Sturiale | il 28/10/2013 alle 07:46:24

A S. Teresa 19 partecipanti, 20 eletti nel coordinamento, su 60 iscritti, ma perché hanno escluso gli altri 40!? Si ironizza! Si apprezza la volontà di allargare la partecipazione attiva. Ma da parte mia si vorrebbe un impegno più sulle idee, sulle proposte, che sui posizionamenti.

cosimo briguglio | il 28/10/2013 alle 18:11:51

Tanti auguri a Franco Parisi per la riconferma a segretario a Nizza e .....per il nuovo acquisto Dott. G. Di Tommaso!!! Complimenti bel ........colpo!!!!! ehehehehe!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

angelo casablanca | il 28/10/2013 alle 18:26:54

Per puntualizzare sulla partecipazione dei cittadini e degli iscritti, S.Teresa e' stato da sempre un paese molto freddo, per tutte le manifestazoni pubbliche e politiche, tranne che nelle elezioni comunali. Basta vedere la scarsa partecipazione alle riunioni dei quartieri, o all' ultima riunione dei parlamentari 5 stelle, dove non c'erano folle oceaniche anzi tutt'altro o ai consigli comunali(tranne quando ci sono rinfreschi) Quindi al caro amico Pippo Sturiale dico, che vorrei vedere all' opera altri partiti politici (se esistono , fanno congressi o fanno tesserati) e vediamo quante persone di domenica mattina, con una bella giornata come ieri riescono a poirtare Io non guardo in casa di altri, mi basta che i ns sostenitori, diano un sostegno sotto qualsiiasi forma sempre e comunque. Poi alle ultime politiche un buon 23,5% di voti li abbiamo pur presi, e gli ricordo che idee e proposte ne abbiamo sempre fatte sia quando eravano in amministrazione, sia ora all' opposizione basta leggere i ns comunicati stampa.

Pippo Sturiale | il 29/10/2013 alle 13:03:51

Angelo, ti potevi risparmiare il caro "amico" ... gradisco "compagno". Lo so, è vero, smuovere la gente per interessi più vasti del "particulare" è arduo nel nostro ambiente! Io guardo al PD con simpatia ... da quale parte potrei rivolgermi altrimenti?! Ho plaudito al fatto che ben 20 persone siano state chiamate a partecipare più attivamente. Ripeto, però, che vorrei più impegno e, sopratutto, assieme agli altri in modo da non apparire un posizionamento, ma un impegno civile ... anche questo fanno i partiti: potrebbero partecipare più persone focalizzando l'azione su di un tema specifico. Comunque, auguri, Angelo, e ... buon lavoro!

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.