Giovedì 24 Gennaio 2019
Chieste risposte all'Amministrazione su questioni del centro e delle frazioni


Casalvecchio, tre interrogazioni e una mozione dalla minoranza

di Andrea Rifatto | 29/12/2018 | POLITICA

255 Lettori unici

I consiglieri Gerami, Palella e Saglimbene

Tre interrogazioni e una mozione sono state presentate dai consiglieri comunali di minoranza di Casalvecchio per chiedere chiarimenti e sollecitare l’Amministrazione su diverse tematiche che riguardano il centro collinare. Carmelo Palella, Carmelo Saglimbene e Mariella Gerami segnalano innanzitutto come il serbatoio idrico della frazione Rimiti versi in una situazione inaccettabile per quanto riguarda la pulizia dell’area esterna, oltre al fatto che la porta di accesso alle vasche era divelta ed è stata sistemata solo dopo segnalazione dell’opposizione: “Tale situazione non è più tollerabile in quanto si tratta di luogo fondamentale per la salute dei cittadini” – scrivono i tre, che chiedono a sindaco e assessore all’Igiene “se si prevede lo svuotamento e la pulizia del serbatoio, per troppo tempo rimasto privo della porta di accesso alle vasche e in caso di risposta affermativa quali sono i tempi per realizzare l’intervento”. Il secondo documento segnala il degrado del campo sportivo di Casalvecchio, “trascurato e abbandonato al più alto degrado sotto gli occhi di tutta la cittadinanza” e che invece “dovrebbe rappresentare uno dei fiori all’occhiello del nostro paese e potrebbe essere gestito in modo più intelligente”: all’assessore allo Sport viene chiesto di “relazionare su tale situazione e indicare i motivi per i quali versa in condizioni di assoluto e permanente degrado e quali sono gli intendimenti d’intervento o se esistono in itinere requisiti per rendere più decoroso e fruibile l’impianto”. Nella terza interrogazione la minoranza casalvetina pone l’attenzione sulla stabilizzazione di contrattisti ed Lsu del Comune, “vitale risorsa per lo svolgimento dell’attività amministrativa”, “visto che l’Amministrazione non ha dato indicazioni in tal senso”: all’assessore al Personale viene chiesto qual è la situazione relativa all’avvio delle procedure e quale intendimenti abbia l’Amministrazione per risolvere la problematica. Infine una mozione per l’individuazione di un altro dipendente per condurre lo scuolabus, visto che “spesso per imprevisti il servizio non viene svolto non per negligenza ma per la forzata assenza di personale abilitato”, una situazione che si è ripetuta più volte negli ultimi mesi.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.