Lunedì 16 Dicembre 2019
Il primo dei non eletti non si presenta. Santino Scarcella eletto vicepresidente


S. Teresa. Comitato Portosalvo, si riparte da Triolo ma salta la surroga

di Gianluca Santisi | 16/06/2014 | POLITICA

1897 Lettori unici

Il Comitato "Portosalvo-Ciumaredda-Cantidati"

Dopo le dimissioni del presidente Annalisa Miano, “promossa” in Giunta dal sindaco Cateno De Luca, il Comitato di Quartiere “Portosalvo-Ciumaredda-Cantidati” è ripartito dalla scelta del nuovo vicepresidente. All'unanimità è stato eletto a scrutinio segreto Santino Scarcella, che ha riportato 8 voti. A lui toccherà il compito di affiancare il neo presidente Cristian Triolo, subentrato in quanto vicepresidente alla dimissionaria Miano, così come previsto dal regolamento. Preso atto di questo passaggio, l'assemblea del Comitato avrebbe dovuto ratificare l'insediamento del primo dei non eletti, Paolo Cicala, che però non si è presentato alla riunione svoltasi nei locali del Palazzo della Cultura. Se Cicala non risponderà all'appello anche durante le prossime due assemblee il suo posto sarà preso dal secondo dei non eletti, Carmelo Di Bella, che alle elezioni del 30 giugno 2013 raccolse 22 voti, uno in più di Domenico Toscano (tredicesimo finì invece Carmelo Rigano con 18 preferenze). All'assemblea erano presenti gli otto componenti del Comitato attualmente in carica: Cristian Triolo (presidente), Alessandra Giordano (segretario), Andrea Frazzica, Santino Scarcella, Filippo Oneri, Lucia Savoca, Sebastiano Aliberti e Vincenzo Cutrufello. Entrando nel merito delle problematiche affrontate, l'assessore Miano ha comunicato che l’Amministrazione comunale ha accolto provvisoriamente la proposta formalizzata dal Comitato il 3 settembre dello scorso anno, disponendo l’inversione del senso di marcia in via Trieste, la strada che dal lungomare conduce davanti alla chiesa di Portosalvo. Il nuovo senso monti-mare, disposto per un periodo di prova pari a due mesi, potrebbe divenire definitivo se l'esperimento estivo sarà giudicato positivamente. Il Comitato ha ribadito all'assessore che la proposta, oltre a garantire una migliore funzionalità dell’arteria stradale, “riveste rilevanza in materia di protezione civile, in quanto l’inversione di marcia garantisce un più veloce deflusso della viabilità in caso di calamità naturali, essendo il lungomare a doppio senso di circolazione”. Nella stessa seduta si è appreso che l’Amministrazione comunale sta proseguendo l’iter per la sistemazione delle tre piazzuole di via Fratelli Lo Schiavo, antistanti la scuola media “Lionello Petri”, problematica sempre segnalata dal Comitato. Il progetto, peraltro già esistente, verrà rivisto dall'ufficio tecnico comunale.

Più informazioni: comitati quartiere  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.