Martedì 22 Ottobre 2019
Due consiglieri attendono dopo l'interrogazione: nota anche a prefetto e Regione


Funzionamento del depuratore di S. Teresa, sindaco diffidato a rispondere

di Redazione | 14/09/2019 | POLITICA

564 Lettori unici

Il depuratore fognario di S. Teresa

Due consiglieri di minoranza di S. Teresa, Antonio Scarcella e Giuseppe Migliastro, hanno diffidato il sindaco Danilo Lo Giudice a rispondere all’interrogazione da loro presentata sullo stato di funzionamento del depuratore fognario. I due esponenti di opposizione avevano protocollato il documento il 9 agosto, chiedendo al primo cittadino una risposta scritta che da regolamento deve essere prodotta entro 30 giorni. “A tutt’oggi non è pervenuto alcun riscontro alla detta interrogazione, circostanza questa tendente a mortificare il ruolo istituzionale e di controllo dei detti consiglieri di minoranza – scrivono Scarcella e Migliastro – e diffidiamo il signor sindaco a voler fornire risposta ai quesiti”. La diffida è stata inviata anche alla Prefettura di Messina ed all’Assessorato regionale delle Autonomie Locali e della Funzione Pubblica-Dipartimento regionale delle Autonomie Locali Servizio 3° - Coordinamento dell'attività di vigilanza e controllo degli enti locali - Ufficio Ispettivo, per i provvedimenti che si renderanno opportuni secondo la rispettiva competenza.

Nell’interrogazione i due consiglieri evidenziavano la presenza di “lamentele per odori nauseabondi provenienti dal depuratore a tutte le ore del giorno e della notte, fatte emergere anche dai cittadini che risiedono nella vicina frazione del comune di Savoca”, sottolineando come “evidentemente, sussistendo la problematica, è di lapalissiana evidenza  che il sistema del depuratore non funziona correttamente e, pertanto, necessita di interventi urgenti”. A Lo Giudice chiedevano quindi “lo stato di efficienza del depuratore comunale; l’esito dei controlli periodici di funzionamento; se sia presente anche un sistema di depurazione dell’aria e se sia efficiente; se il depuratore comunale nell’ultimo periodo è stato oggetto di controlli da parte degli organi competenti (Arpa, ecc.) e, in caso affermativo, di conoscere l’esito di tali accertamenti; se siano pervenute al Comune petizioni di cittadini di S. Teresa o di residenti nei comuni limitrofi, con cui sia stato evidenziato il problema; se è intenzione dell’Amministrazione rendere più efficiente il sistema di funzionamento del depuratore comunale onde evitare i problemi evidenziati, specificando gli interventi che si intendono effettuare”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.