Martedì 22 Ottobre 2019
Prende il posto di Rosaria Ucchino, che mantiene la doppia carica insieme a Concetto Ralli


Furci. Rosario Ferrara è il nuovo vicepresidente del Consiglio

di Andrea Rifatto | 02/03/2016 | POLITICA

1540 Lettori unici

Rosario Ferrara, neo vicepresidente del Consiglio furcese

Il Consiglio comunale di Furci Siculo ha eletto nella seduta di oggi pomeriggio il nuovo vicepresidente. A ricoprire la seconda carica dell’assemblea cittadina sarà Rosario Ferrara, che alla prima votazione ha ottenuto le nove preferenze dei colleghi del gruppo di maggioranza, superando così il quorum minimo della metà più uno dei componenti. La minoranza ha invece optato per Raluca Sandra, annunciando già prima della votazione di voler convergere sulla consigliere indipendente, eletta nella lista a sostegno del sindaco Sebastiano Foti, “in quanto una figura neutra e indipendente che potrà rappresentare una garanzia all’interno del Consiglio” ha spiegato il capogruppo Francesco Rigano. Sandra ha ringraziato l’opposizione dichiarandosi pronta a ricoprire la carica di vicepresidente del Civico consesso: alla votazione si è pero fermata a cinque preferenze, raccogliendo i voti dei quattro consiglieri di minoranza (assente Francesco Moschella) oltre al proprio. Rosario Ferrara, che alle amministrative del 2013 ottenne 111 voti, ha ringraziato l’assemblea per la fiducia sottolineando che continuerà a lavorare come fin qui fatto cercando sempre il dialogo con tutti i consiglieri. Il presidente del Consiglio Gianluca Di Bella ha reso noto che delegherà Ferrara alla guida delle commissioni consiliari Ambiente, Sport e Turismo.

L’elezione di Rosario Ferrara chiude i movimenti politici avviati a dicembre all’interno dello schieramento di maggioranza a Furci Siculo. Il neo vicepresidente subentra infatti a Rosaria Ucchino, dimessasi il 23 dicembre scorso dopo essere stata nominata assessore dal sindaco Sebastino Foti insieme al collega Concetto Ralli: entrambi hanno scelto di rimanere in Consiglio comunale e mantenere la doppia carica senza rassegnare le dimissioni da consigliere, che avrebbero aperto le porte alla surroga con l’ingresso in aula di Fabio Carnabuci, ultimo degli eletti nel 2013. Carnabuci, tra l’altro, si è trasferito al nord per motivi di lavoro e non avrebbe dunque potuto svolgere il suo ruolo nell’assemblea furcese.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.