Sabato 14 Dicembre 2019
Lasciano Rigano, Vita e Cocuccio, mentre Triolo smentisce le voci sul suo conto


Furci, si dimettono tre consiglieri di minoranza: "Serviva una scossa al Consiglio"

di Andrea Rifatto | 19/11/2019 | POLITICA

919 Lettori unici

Triolo, Vita, Rigano e Cocuccio

“Non gettiamo la spugna ma abbiamo deciso di dare una scossa al Consiglio comunale”. Francesco Rigano, Sarah Vita, Chiara Cocuccio si sono dimessi oggi da consiglieri di minoranza di Furci Siculo. Una decisione che era nell’aria da tempo e che ha visto i tre componenti della compagine “Disegniamo il futuro”, sconfitta un anno e mezzo fa alle elezioni amministrative in cui ha trionfato Matteo Francilia, lasciare definitivamente gli scranni consiliari riservati all’opposizione, già occupati durante la scorsa legislatura. “Tale scelta è frutto di una decisione collegiale all’interno del gruppo che ha supportato il candidato sindaco Francesco Rigano alle elezioni amministrative di giugno 2018 – scrivono in una nota – decisione indirizzata ad un rinnovamento all’interno del Consiglio comunale che, con una staffetta programmata, si avvantaggerà dell’esperienza della professoressa Rosaria Ucchino nonché dell’entusiasmo e della passione per la politica di due giovanissimi consiglieri quali Paolo Mascena e Agatino Pistone, stante l’annunciata rinuncia del primo dei non eletti Vincenzo Di Bella. Tale avvicendamento – evidenziano i componenti della compagine – è stato accolto con entusiasmo dall’intero gruppo che, con rinnovata energia e mantenendo la sua fiducia nei confronti del progetto politico rappresentato dall’avvocato Francesco Rigano, condurrà la sua attività amministrativa nell’interesse della collettività”.

“Non abbandono la nave – ci ha spiegato oggi Francesco Rigano – e rimango a disposizione avendo condiviso la scelta assieme agli altri candidati. Non è un gettare la spugna ma abbiamo deciso di dare una scossa al Consiglio”. Sin dall’inizio della legislatura l’azione dell’opposizione non è stata incisiva e si è notata la mancanza di entusiasmo soprattutto da parte dei tre dimissionari, probabilmente anche complice la bastosta elettorale. Rimane invece al suo posto il quarto consigliere di minoranza, Sandro Triolo, su cui non mancano da tempo le voci di un avvicinamento all’Amministrazione del sindaco Francilia: “Rimango all’opposizione, quella del mio avvicinamento alla maggioranza è solo una voce ma non ci sono malumori o intenzioni di saltare la barricata". La minoranza di Furci, tra l'altro, dopo l'insediamento del giugno 2018 non ha mai designato il suo capogruppo. Adesso sarà quindi composta da Sandro Triolo, Rosaria Ucchino, Agatino Pistone e Paolo Mascena.

Il commento del sindaco Francilia. "Accolgo col massimo rispetto, com'è nella mia cultura politica, la scelta dei consiglieri Rigano, Cocuccio e Vita. - commenta in merito il primo cittadino di Furci - da Sindaco li ringrazio per quanto fatto in questi 18 mesi in cui hanno ricoperto il ruolo di consiglieri comunali. Sono certo che chi gli subentrerà in seno al Consiglio opererà, come chi li ha preceduti, con impegno ed abnegazione per la crescita e lo sviluppo del nostro paese".


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.