Sabato 19 Ottobre 2019
Foti e i consiglieri si dicono pronti a chiarire la vicenda auspicando un ripensamento


Furci, sindaco e maggioranza: “Il capogruppo Settimo ritiri le dimissioni”

di Redazione | 17/08/2016 | POLITICA

1491 Lettori unici

La giunta e sullo sfondo alcuni consiglieri di maggioranza

Continuano a tenere banco a Furci Siculo le dimissioni da capogruppo di maggioranza del consigliere Santino Settimo, formalizzate una settimana fa con una lettera inviata al presidente del Consiglio comunale Gianluca Di Bella, al sindaco Sebastiano Foti e alla segretaria comunale. Settimo aveva spiegato di aver rassegnato le dimissioni dalla carica, ricoperta sin dall’insediamento del Consiglio, a causa della mancata condivisione  dell’attività amministrativa che ha caratterizzato l’attuale Amministrazione furcese dal primo giorno di insediamento, più volte lamentata in passato dall’ex capogruppo anche in maniera forte. Sulle motivazioni alla base della sua decisione erano circolate poi in paese anche altre ipotesi. Sulla vicenda è intervenuto oggi il sindaco Sebastiano Foti. “In relazione alle polemiche montate su alcuni network locali da alcuni giorni circa la dimissioni da capogruppo di maggioranza del consigliere Settimo, ed alle ipotetiche motivazioni, anzi illazioni, che le hanno indotte, mi preme precisare – dichiara Foti – che il suddetto consigliere non ha mai chiesto favori personali, ma anzi ha sempre lavorato nell’interesse del gruppo e del paese nel ruolo a lui affidato, rinunciando tra l’altro sin dall’inizio di questa legislatura la nomina di assessore per motivi di impegni professionali.Per ciò che attiene alla gestione e riorganizzazione degli uffici e dei servizi, visto le recenti illazioni, posso garantire che è sempre stata volontà dell’Amministrazione intraprendere tutte le misure necessarie a valorizzare le figure professionali al meglio delle loro competenze, senza alcuna pressione esterna. Rammaricato dal susseguirsi degli eventi, pronto a qualunque chiarimento, consapevole delle difficoltà che si incontrano nella gestione politico-amministrativa – conclude il sindaco di Furci – auspico in un ripensamento delle dimissioni dell’arch. Santino Settimo”.

Sulle dimissioni di Santino Settimo si è espresso anche il gruppo consiliare di maggioranza “Impegno, Crescita e Sviluppo”. “Questi anni d’impegno amministrativo sono stati complessi e difficili sia per problematiche ‘interne’, per le quali ci sarà tempo e modo per esplicitarle, che per l’articolata ed in parte drammatica situazione politico finanziaria che ha colpito la nostra Sicilia – esordisono i componenti del gruppo –. Nei prossimi mesi, ognuno (sindaco e giunta, consiglieri di maggioranza e di minoranza) nel rispetto del proprio ruolo, dovrà contribuire ad affrontare le complesse sfide che si porranno davanti. Il gruppo consiliare di maggioranza Impegno, Crescita e Sviluppo, avendo conosciuto l’elevato valore umano, etico, professionale e politico-amministrativo del proprio capo gruppo arch. Santino Settimo e ritenendolo cruciale per il proficuo proseguimento dell’attività politica amministrativa, invita l’amico Santino a rivalutare, in queste settimane di periodo estivo, le dimissioni da capogruppo al fine di proseguire in quel cambiamento già iniziato qualche mese addietro”.

Sia il sindaco che i consiglieri comunali chiedono dunque all’ex capogruppo di tornare sui propri passi. Settimo, dal canto suo, aveva già fatto presente nella lettera che le dimissioni sono irrevocabili e aveva sottolineato di voler continuare nell’attività di consigliere comunale con più autonomia rispetto al passato, quando in più occasioni il ruolo che ricopriva non glielo ha consentito.

Più informazioni: crisi politica furci  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.