Domenica 13 Ottobre 2019
Il Circolo denuncia la scarsa sicurezza e chiede la rimozione delle barche da altre zone


"Furci Verde nel degrado assoluto": il Pd chiede interventi immediati

di Redazione | 14/04/2016 | POLITICA

944 Lettori unici

Pericoli per il marciapiede dissestato e l'assenza di ringhiera

Il Circolo “Tino Parisi” del Partito democratico di Furci Siculo denuncia il cattivo stato in cui si trova l’area antistante la villa comunale “Furci Verde”, all’ingresso sud del paese. “È necessario dare sicurezza alla zona – esordisce il comunicato diramato dal partito – laddove emerge una condizione di assoluto degrado. L’assenza di una ringhiera a protezione del marciapiedi dissestato è espressione dello scarso interesse che l’Amministrazione comunale ha voluto in tal senso destinarne. L’applicazione di un ‘intervento tampone’, con una barriera di ferro filato, è oggi un pericolo aggiuntivo per coloro che vi transitano, considerato che la stessa, piuttosto che proteggere i passanti, espone la loro incolumità ad ulteriori rischi”. Il Pd furcese si riferisce alla zona al confine con l’alveo del torrente Savoca, dove manca una ringhiera che protegga i cittadini dal rischio caduta, situazione a cui il Comune ha cercato di ovviare negli anni con l’installazione di recinzioni precarie ormai divelte in diversi tratti. “Abbiamo appreso da fonti mediatiche come l’Amministrazione abbia manifestato la propria intenzione ad intervenire per far fronte a questo problema – prosegue la nota diramata dal Circolo ‘Tino Parisi’ –: è tuttavia doveroso sottolineare come l’esecutivo furcese avesse preso lo stesso impegno già oltre un anno addietro, ma finì, neanche a dirlo, in un nulla di fatto. Esortiamo pertanto l’Amministrazione comunale ad  un’attenta analisi della situazione in cui versa l’area, e ne chiediamo un intervento operativo immediato”.

Il Partito democratico si sofferma poi sulla recente ordinanza emanata dal sindaco Sebastiano Foti con la quale è stata ordinata la rimozione delle imbarcazioni lasciate nell’area di parcheggio antistante “Furci Verde”. Emerge una natura contraddittoria dell’ordinanza sindacale in questione, specchio esemplificato dell’azione amministrativa nel suo complesso – sottolineano i Democratici –: siamo infatti straniti dal fatto che l’intervento sia stato rivolto alla rimozione di natanti posti proprio nel punto in cui gli stessi hanno la loro naturale collocazione. Esprimiamo pertanto, a maggior ragione, la totale non condivisione dalla mancata estensione degli effetti provvedimentali dell’ordinanza stessa per quelle aree abusivamente occupate da mezzi di ogni genere che risiedono stabilmente sul suolo pubblico (vedi marciapiedi Lungomare). Ma, come detto, trattasi di un’azione contraddittoria”.

 


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.