Giovedì 24 Gennaio 2019
Approvata dal Consiglio la proposta che riconosce i danni registrati in paese


Grandinata a Roccalumera, il Comune chiederà lo stato di calamità

di Redazione | 31/12/2018 | POLITICA

338 Lettori unici

La Statale 114 invasa dalla grandine

Sarà chiesto lo stato di calamità a Roccalumera per la violenta grandinata che ha colpito parte del paese il 15 dicembre. Lo ha stabilito il Consiglio comunale nel corso dell’ultima seduta (assente il presidente Antonio Garufi), dove è stata votata all’unanimità la proposta redatta dall’Ufficio tecnico con la quale l’assemblea cittadina ha preso atto che l’eccezionale evento atmosferico ha provocato rilevati danni in paese e che quindi ricorrono i presupposti di legittimità per chiedere alla Regione lo stato di calamità naturale. All’Amministrazione comunale del sindaco Gaetano Argiroffi è stato quindi dato il via libera affinché richieda l’adozione del provvedimento al governo regionale. Nella relazione stilata dai tecnici comunali viene evidenziato come la notte 15 dicembre il territorio comunale è stato investito da persistente pioggia e grandine, nel tratto iniziale del paese lato sud e fino al torrente Allume, compresi alcuni tratti delle frazioni Sciglio e Allume, che hanno causato il blocco della circolazione stradale in prossimità dello svincolo dell’A18, considerevoli danni sia a strutture pubbliche che private e soprattutto all’agricoltura, ai fabbricati, agli impianti di pubblica illuminazione, alla rete fognaria e delle acque bianche, oltre al danneggiamento di alcune sedi stradali, in varie zone del paese, con conseguente impraticabilità delle stesse. La grandinata ha ricoperto per intero le vie Umberto I, Colombo, Piccolo Torrente Pagliara, Unione delle Regioni d’Italia, Francesco Di Bella e diverse strade i collegamento tra lungomare e Statale; inoltre nella traversa di collegamento tra la stazione e la via Umberto I la pavimentazione stradale è stata divelta dalla furia dell’acqua. Tale evento è stato prontamente fronteggiato con l’immediata presenza degli operai comunali e di volontari, oltre che delle Forze dell’ordine: in alcune abitazioni sia del centro che delle frazioni (soprattutto Sciglio) si è reso necessario l’intervento dei vigili del Fuoco per allagamenti e infiltrazioni d’acqua e nella mattinata del 15 il Comune ha fatto intervenire due ruspe per ripulire la Statale 114.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.