Domenica 13 Ottobre 2019
Scontro in aula con la maggioranza, che ha replicato tramite il capogruppo Interdonato


Nizza di Sicilia, minoranza all'attacco in Consiglio: "Mai presi in considerazione"

di Andrea Rifatto | 25/08/2016 | POLITICA

1552 Lettori unici

La seduta durante la quale si è consumato lo scontro

Scontro aperto in Consiglio comunale a Nizza di Sicilia tra maggioranza e opposizione. I toni si sono surriscaldati nel corso della seduta convocata dal presidente Carmelo Rasconà per discutere diversi punti all’ordine del giorno, tra cui il Bilancio di previsione 2016. L’argomento è stato brevemente esposto dal sindaco Giuseppe Di Tommaso, che ha sottolineato come la redazione dello strumento finanziario sia stato un lavoro prettamente tecnico dove non hanno inciso le scelte politiche, considerati i tagli di Stato e Regione che hanno costretto l’Ente a ridurre le spese cercando allo stesso tempo di non aumentare le tasse. Dai banchi della minoranza, presente con i consiglieri Francesco Briguglio, Alessia Coledi e Carmelo Ciatto ma rimasta per buona parte della seduta in silenzio, ha preso la parola Briguglio, che ha sferrato un duro attacco all’Amministrazione e alla maggioranza. “In questi quattro anni e mezzo non c’è mai stata un’apertura verso di noi – ha esordito – e da oggi in poi rimarremo in silenzio per farvi capire che non siete maggioranza ma amministrativamente siete il nulla. Nel vostro indottrinamento – ha rimarcato Briguglio lamentando la mancata presa in considerazione delle proposte giunte durante tutta la legislatura dai banchi d’opposizione – non esiste la minoranza”.

La replica immediata è arrivata da parte del capogruppo di maggioranza, Alessandro Interdonato: “Rigettiamo queste accuse che subiamo ancora una volta in Consiglio, dove abbiamo sempre assistito cadute di stile e insulti da una minoranza che, come sta dimostrando in occasione della discussione sul Bilancio 2016, sul quale non ha presentato alcun emendamento, fa inutili discussioni baste sul nulla. Un gruppo – ha sottolineato Interdonato – che ha sempre preferito lo scontro anziché il dialogo”. Il previsionale 2016 è stato poi approvato con gli otto voti della maggioranza e l’astensione di Briguglio e Coledi (Ciatto aveva abbandonato la seduta poco prima). “Nei dieci mesi quelli che separano dal ritorno alle urne parteciperemo alle sedute del Consiglio comunale e alle commissioni consiliari solo per vigilare sull’operato dell’Amministrazione – ha poi aggiunto dopo la chiusura della seduta Francesco Briguglio – ma non prenderemo più la parola perché riteniamo inutile fare delle proposte ad una maggioranza sorda che prosegue dritta sulla sua strada senza ascoltare consigli”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.