Sabato 19 Ottobre 2019
Dura nota dopo le dimissioni dalla Commissione e l'attacco alla presidente Porto


Nizza, il sindaco replica a Gregorio: "Offende e lancia accuse inconsistenti"

21/06/2018 | POLITICA

1412 Lettori unici

Il sindaco Piero Briguglio

“La sue parole denotano una sorta di acredine ingiustificata e ingiustificabile nei confronti di un consigliere eletto, e precisamente di Maria Porto, presidente della Commissione Cultura del Comune di Nizza di Sicilia, per delle ‘presunte’ parole offensive e irriguardose a Lei indirizzate, che le sono state riferite da sedicenti individui presenti al Consiglio comunale del 29 maggio”. Replica duramente il sindaco Piero Briguglio al consigliere di minoranza Carlo Gregorio, che nei giorni scorsi si è dimesso da componente della Commissione Cultura, sentendosi leso nella dignità personale, protestando contro la presidente Porto che a suo dire avrebbe proferito parole altamente offensive e irriguardose nei suoi confronti perché era stato assente a una riunione della commissione. “Mi corre l’obbligo istituzionale di farle osservare che la consigliera Porto è la presidente di una commissione comunale perché votata dal civico consesso e non per altro, e appare pertanto superficiale e lesivo della carica di consigliere allorquando lei qualifichi la consigliera Porto ‘una ragazzina, posta alla presidenza della Commissione cultura’ – scrive Briguglio quasi fosse un torto la giovane età,  non tenendo conto delle indubbie capacità della consigliera che a pieno titolo riveste un ruolo che la comunità gli ha conferito e il Consiglio comunale ha ratificato nel ruolo predetto. Lei è persona equilibrata e nessuno ha messo in dubbio il suo amore per la cultura sua ragione di vita, ma prudenza ed opportunità avrebbero dovuto indurla a “verificare” i riferimenti verbali offensivi riconducibili alla consigliera Porto, e non a partire lancia in resta giudicando e condannando senza avere alcun elemento a sostegno del suo dire, financo a rassegnare le dimissioni dalla commissione consiliare”.

“La nota da lei consegnata al sottoscritto, al presidente del Consiglio e agli organi di stampa locali, mi spiace dirlo non le fa onore – prosegue il sindaco di Nizza – in quanto frutto di presupposti errati, non verificati e non veritieri, atteso che la consigliera Porto non le ha arrecato alcuna offesa, ma  ha semplicemente stigmatizzato, così come è normale nella dialettica politica, la sua mancata partecipazione alla commissione consiliare qualificandola ‘ingiustificata e irrispettosa’. nulla di più. Sarebbero queste le parole che hanno scatenato la sua sproporzionata e offensiva reazione, non credo proprio. Sono piuttosto convinto che la sua nota sia da ricondurre all’aver dato credito, senza riserve, a mere chiacchiere da comare che “qualcuno” falsamente le ha riferito e a cui ha prestato fede. Porga le sue scuse al consigliere Porto e faccia mea culpa, lei da persona di cultura e politico di lungo corso, dovrebbe saper valutare i fatti per quello che effettivamente sono e non abbandonarsi a comportamenti di cui oggi le si chiede un ravvedimento operoso. Il sottoscritto, l’esecutivo e tutto il Consiglio comunale – conclude Piero Briguglio – è stato ed è rispettoso della dignità di tutti,  mi permetta di consigliarle prudenza, verifichi quanto le viene detto  prima lanciare  accuse inconsistenti, nel rispetto della sua storia personale e del ruolo che riveste all’interno della comunità. Le posso confermare che condivido il suo auspicio di tornare ad un confronto sereno, nel rispetto dei ruoli, per il bene della comunità rappresentata”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.