Domenica 15 Dicembre 2019
Il gruppo chiede all'Amministrazione di fare chiarezza su contatori e letture


Roccalumera. Bollette dell’acqua “pazze”: mozione della minoranza

di Redazione | 14/12/2015 | POLITICA

1233 Lettori unici

La minoranza consiliare di Roccalumera

Il gruppo consiliare di minoranza di Roccalumera ha presentato stamane una mozione in merito alla vicenda delle bollette del canone idrico recapitate ai cittadini in questi giorni, che a detta degli esponenti del gruppo “Per Roccalumera” conterrebbero diverse anomalie soprattutto riguardo alle letture dei consumi che in numerosi casi avrebbero fatto lievitare gli importi fino a cifre esagerate. Nel documento indirizzato al sindaco Gaetano Argiroffi e al presidente del Consiglio Antonio Garufi, i consiglieri Rita Corrini, Giuseppe Melita, Maria Grazia Saccà, Antonella Totaro e Ada Maccarrone rilevano come nell’anno 2014 la lettura dei contatori dell’acqua sia stata effettuata con affidamento all’esterno e che dalla relazione a consuntivo redatta della ditta incaricata il 3 ottobre 2014 si evince come ci siano quasi mille contatori illeggibili e/o guasti/fermi e/o non accessibili. “Già al momento del recapito delle bollette dell’acqua dell’anno 2013-2012-2011 e saldo 2010 con dilazione del pagamento in cinque rate si sono riscontrate numerose anomalie e/o letture esagerate – scrivono i consiglieri di minoranza – tant’è che ci sono state numerose contestazioni e richieste di rettifica di cui non si ha contezza da atti ufficiali. Nel corso del 2015 la lettura dei contatori è stata invece effettuata da personale dipendente del Comune, per cui da fine novembre 2015 sono state recapitate le bollette dell’acqua relative all’anno 2014. Anche per il 2014 – sottolineano i componenti del gruppo “Per Roccalumera – numerosi cittadini hanno lamentato addebiti incongrui rispetto ai loro consumi e risultano esserci ancora numerosi contatori illeggibili e/o guasti/fermi, nonostante il Comune fosse già a conoscenza di tale problematica. In molti casi – proseguono – i cittadini, soprattutto gli anziani, trovandosi in difficoltà nel verificare gli effettivi consumi, potrebbero procedere al pagamento anche nell’ipotesi in cui l’importo non sia congruo prevalentemente a causa di una lettura non rilevata ma presunta per mancata sostituzione dei contatori”.

Ritenendo, dunque, come sia quantomeno opportuno capire come mai non si sia proceduto alla integrale sostituzione e/o manutenzione dei contatori mal funzionanti e per capire con quale criterio si sia proceduto all’addebito in bolletta nei casi di malfunzionamento, “visto che non è assolutamente accettabile far pagare al cittadino più del dovuto in quanto non è stata eseguita per tempo la completa ricognizione dei contatori da parte dell’Amministrazione e sia invece necessario trovare una soluzione immediata alla problematica,  Rita Corrini, Giuseppe Melita, Maria Grazia Saccà, Antonella Totaro e Ada Maccarrone hanno presentato una mozione sulla questione chiedendo che venga discussa con urgenza nella prossima seduta di Consiglio comunale.

In dettaglio la minoranza roccalumerese impegna il sindaco e la Giunta a relazionare in maniera documentale in merito all’elenco dei contatori illeggibili e/o guasti/fermi e/o non accessibili di cui alla relazione del 3 ottobre 2014 e dei relativi interventi di manutenzione e/o sostituzione già effettuati; all’elenco dei contatori illeggibili e/o guasti/fermi e/o non accessibili a seguito della lettura effettuata da personale dipendente nell’anno 2015; a relazionare per gli anni 2010-2013 in merito alle rettifiche del ruolo dell’acquedotto, avvenute in conseguenza delle contestazioni dei cittadini; a predisporre la verifica delle bollette relative all’anno 2014 il cui consumo e conseguente importo è esagerato rispetto ai consumi ipotizzabili; a sospendere i casi palesemente errati per evitare di vessare inutilmente il cittadino; a provvedere con immediatezza alla manutenzione e/o sostituzione di tutti i contatori ancora non funzionanti e, comunque, non leggibili e/o non letti per evitare che ci siano cittadini che pagano più del dovuto; a sospendere il pagamento nei casi di contatori da sostituire, evitando così che la bolletta venga calcolata in maniera ipotetica slegata dagli effettivi consumi; a consentire la dilazione di pagamento in più rate nel caso di importi considerevoli. 

Più informazioni: minoranza roccalumera  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.