Mercoledì 19 Dicembre 2018
Tariffe confermate: la minoranza chiede chiarimenti, l'Amministrazione non risponde


Roccalumera, diminuiscono i costi rifiuti ma non le bollette: "giallo" su 340mila euro

di Andrea Rifatto | 16/11/2018 | POLITICA

525 Lettori unici

L'intervento di Corrini in Consiglio comunale

“Che fine faranno i circa 340mila euro in più di entrate dalla tassa rifiuti per il Comune di Roccalumera rispetto alle spese previste nel piano dell’Aro comunale?”. Se lo è chiesto il gruppo di minoranza consiliare “Insieme per il futuro” nel corso dell’ultima seduta del Consiglio comunale, durante la discussione sulle tariffe della Tari che l’Amministrazione del sindaco Gaetano Argiroffi ha deciso di riconfermare con gli stessi importi del 2017. Decisione assunta in Giunta il 16 luglio e adesso approvata dall’assemblea consiliare con gli otto voti favorevoli del cartello di maggioranza e i quattro contrari dell’opposizione. “Con queste entrate il Comune incassa la stessa somma prevista nel Piano 2017, ossia un milione 190mila euro, a fronte di costi inseriti nel Piano di gestione 2018 pari a circa 850mila euro – ha evidenziato la capogruppo di minoranza Rita Corrini – visto che con la nuova gestione del servizi di raccolta e smaltimento rifiuti c'è stata una riduzione di circa il 30% delle spese. Queste tariffe, i cui introiti per legge devono servire a coprire integralmente le uscite per i servizi ambientali, a nostro avviso solo slegate dal costo effettivo del servizio ed è incomprensibile come l’Amministrazione non abbia deciso di ridurre l’imposta a carico dei cittadini, visto che poteva farlo entro il 31 marzo” ha rimarcato Corrini, chiedendo spiegazioni in merito alla Giunta. Che però non sono giunte né dal primo cittadino né dagli assessori.  “Le tariffe non sono state modificate perché a marzo eravamo in campagna elettorale e non ci sembrava corretto intervenire a poca distanza dalle elezioni” ha poi dichiarato il consigliere di maggioranza Cosimo Cacciola.

Nei giorni scorsi l’Amministrazione ha reso noto come ad ottobre la raccolta differenziata a Roccalumera abbia raggiunto la soglia del 72%, risultato giudicato molto importante a testimonianza del passo in avanti che la cittadinanza sta compiendo verso una gestione virtuosa dei rifiuti, che secondo la minoranza può comunque essere migliorata. “Il merito non può che essere attribuito a tutti i cittadini che effettuano correttamente la raccolta differenziata e costituiscono la maggioranza della nostra comunità. – aveva dichiarato il sindaco – ciò ci inorgoglisce, perché solo un paese responsabile e attento può raggiungere in breve tempo, quattro mesi, un traguardo così altamente virtuoso. Ragion per cui mi sento di ringraziare tutti i cittadini di Roccalumera che hanno accettato e compreso l’importanza della raccolta differenziata e la effettuano con ammirevole attenzione”. Secondo l’opposizione, però, “oltre a sbandierare i risultati bisogna pensare a migliorare ancora il servizio”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.