Martedì 23 Luglio 2019
La minoranza replica ad Argiroffi che accusava il gruppo di scarsa partecipazione


Roccalumera, "Mai invitati dal sindaco, la sua è mancanza di rispetto"

di Redazione | 28/03/2019 | POLITICA

424 Lettori unici

Il gruppo di minoranza consiliare

“L’Amministrazione non ci ha né coinvolti né  informati dell’incontro con l’assessore regionale Marco Falcone, pertanto chiediamo le scuse da parte del sindaco per questa sua esternazione  fuori luogo”. È arrivata la risposta da parte del gruppo consiliare di minoranza di Roccalumera alle dichiarazioni fatte nei giorni dal primo cittadino Gaetano Argiroffi, che esprimendo la sua soddisfazione per la comunicazione ricevuta dal Ministero dell’Ambiente in merito al perfetto funzionamento del depuratore, aveva riservato una stoccata all’opposizione parlando di “nostri amici della minoranza, che anziché lambiccarsi con proposte ed interrogazioni di poco conto, sarebbe il caso che prendessero atto dei risultati ottenuti dall’Amministrazione esprimendo un plauso e partecipassero di più sulle questioni di primaria importanza, avvertite dalla comunità, tipo la passerella sul torrente Pagliara, visto che, in occasione della visita dell’onorevole Marco Falcone, non è comparso un solo componente dell’opposizione. Evidentemente ognuno ha la sua sensibilità politica. E Corrini e compagni sono sensibili solo per le questioni spicce e modeste”. Parole che non sono state gradite dai consiglieri Rita Corrini, Ivan Crementi, Tiziana Maggio e Antonino Scarci.

È doveroso far presente alla cittadinanza che il sindaco, sia durante i precedenti cinque anni di amministrazione sia nell’attuale – scrivono i quattro consiglieri – non ha mai invitato i consiglieri di minoranza a eventi o incontri istituzionali contravvenendo al suo ruolo di primo cittadino e mancando di rispetto al ruolo che essi ricoprono. Per quanto riguarda la sensibilità politica dei consiglieri di minoranza, si sottolinea che l’azione degli stessi è mossa nell’interesse della comunità e, il più delle volte, esortata dai cittadini che presentano le loro esigenze e problematiche affinché siano sottoposte al Consiglio comunale. Al contrario, il sindaco non dimostra nessuna sensibilità riguardo i temi affrontati dal gruppo di minoranza in Consiglio in quanto, durante la trattazione degli argomenti, non solo palesa un atteggiamento di sufficienza e di superficialità, ma abbandona anche l’aula consiliare, dimenticando che gli stessi consiglieri rappresentano la metà della cittadinanza. Si invita, pertanto, il sindaco a rendere partecipi tutti i consiglieri, e non solo quelli di maggioranza, delle iniziative di interesse comune. I consiglieri di minoranza saranno sempre disponibili e pronti – concludono Corrini, Crementi, Maggio e Scarci – come hanno sempre fatto quando ne sono stati messi a conoscenza, a presenziare e partecipare con responsabilità  a tutte le iniziative che abbiano come scopo il bene di tutta la collettività”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.