Giovedì 25 Aprile 2019
Ok all'unanimità alla Tari 2019. Il sindaco: "In due anni imposte scese del 50%"


Roccalumera, ridotta la tassa rifiuti: bollette più leggere per cittadini e imprese

di Andrea Rifatto | 29/03/2019 | POLITICA

346 Lettori unici

Il Consiglio comunale di ieri sera

Saranno sensibilmente più leggere le bollette della tassa rifiuti 2019 a Roccalumera. Ieri sera il Consiglio comunale ha approvato il Piano finanziario della Tari e le relative tariffe e grazie alla diminuzione delle spese complessive del servizio, a seguito dell’avvio della raccolta differenziata porta a porta, si avrà una riduzione dell’incidenza dei costi su cittadini e imprenditori rispetto al 2018. Il Piano finanziario della Tari 2019 prevede infatti un costo totale di un milione 024mila euro, rispetto a un milione 263mila euro del 2018, dunque con un risparmio di quasi 239mila euro. Per gli utenti, sia domestici che commerciali, le tariffe diminuiscono in media del 35%: per le abitazioni si passerà infatti da un -50,4% per le abitazioni con un solo componente al -29% delle famiglie con sei componenti, mentre le utenze diverse da quelle abitative avranno risparmi tra il 25 e il 45%. Ad illustrare i dati in aula è stato il consigliere di maggioranza Cosimo Cacciola: “Roccalumera va in controtendenza rispetto a tanti altri comuni italiani – ha evidenziato – e l’Amministrazione continua a diminuire le tasse senza effettuare alcun taglio ai servizi”. Il Piano Tari è stato approvato all’unanimità con il voto favorevole di maggioranza e opposizione.

“Come già promesso in passato è arrivato il momento dell’abbattimento delle imposte e in base al nuovo piano delle aliquote chi in passato ha pagato 1.000 euro adesso ne pagherà 280 in meno – commenta il sindaco Gaetano Argiroffi – una riduzione sensibile, a fronte di un servizio che è migliorato nei confronti dell’utenza. Dalle strade comunali sono scomparsi i vecchi cassonetti dell’immondizia, ove trovava alloggio ogni tipo di scarto, con fetori maleodoranti. Essere riusciti in questa impresa mi riempie di orgoglio. Dopo la riduzione dell’Imu, la riduzione della luce votiva, con l’abbattimento delle tariffe della spazzatura l’imposizione fiscale a Roccalumera risulta ridotta del 50%. Ancora una volta io e tutta la mia compagine abbiamo dimostrato di essere amministratori all’altezza del compito. Colgo l’occasione per ringraziare i consiglieri, con in testa il presidente, i quali con la loro puntualità decisionale hanno permesso che il Comune uscisse dalle secche debitorie e adesso hanno consentito che quest’opera di riduzione delle tasse si compisse. Un grazie lo devo a Biagio Gugliotta, il quale nella veste di assessore si è speso giornalmente per la nascita del servizio di raccolta differenziata ed il conseguimento del suo successo, con l’abbattimento delle tariffe. Gli amici della minoranza – conclude il primo cittadino – questa volta hanno rispettato l’appuntamento con la storia e hanno votato a favore, permettendo che il Consesso Civico esprimesse un voto all’unanimità. Chapeau, quindi, a Corrini e compagni”.

La minoranza ha evidenziato in Consiglio come grazie ai comportamenti virtuosi dei cittadini sia stato possibile raggiungere un’alta percentuale di differenziata e ciò abbia inciso sulla riduzione dei costi del servizio a carico degli utenti, votando quindi favorevolmente per questo motivo. Tuttavia, tramite la capogruppo Rita Corrini, ha comtestato una serie di incongruenze e ritardi da parte dell’Amministrazione: “Non si è tenuto conto delle indicazioni della Regione sull’istituzione della tariffa puntuale (Tarip), che garantisce maggiore equità fiscale ed è un incentivo a differenziare e non è stata recepita la delibera della Giunta regionale sul compostaggio, oltre al fatto che non sono state date indicazioni ai cittadini sull’utilizzo delle compostiere” – ha evidenziato Corrini, che ha poi segnalato come non siano stati in rispettati i costi previsti inizialmente nel Piano finanziario dell’Aro, visto che c’è stato un aumento, e che non si stia tenendo conto dei proprietari di seconde case e degli alloggi con uso stagionale, che pagano la tassa rifiuti come se vivessero in due abitazioni contemporaneamente e nella stessa misura di chi utilizza l’immobile per tutto l’anno”. Dalla maggioranza la capogruppo Natia Basile ha replicato che si è ancora in una fase di transizione e non sono ancora maturi i tempi per introdurre la Tarip, visto che viene calcolata sulle quantità di indifferenziata conferite e i cittadini di Roccalumera si stanno ancora abituando alla differenziata. Dunque la tariffa puntuale sarà introdotta dal prossimo anno. Nella stessa seduta è stato approvato il Regolamento del Centro comunale di raccolta, che verrà aperto nella prossima settimana.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.