Domenica 17 Novembre 2019
Interrogazione del gruppo di minoranza


S. Teresa. Segnaletica invisibile sul lungomare

26/06/2013 | POLITICA

1455 Lettori unici

S. TERESA. La minoranza consiliare ha presentato un’interrogazione sulla segnaletica carente del lungomare al presidente del Consiglio comunale, Danilo Lo Giudice, chiedendo che l’argomento venga discusso nel corso della prossima seduta dell’assemblea cittadina. Il gruppo di “Città Libera” chiede notizie all’Amministrazione su quella che viene definita la “disastrosa situazione in cui versa la segnaletica stradale sul lungomare”. La litoranea è senza dubbio l’arteria stradale più trafficata di S. Teresa e non sono stati pochi in passato, purtroppo, gli incidenti anche con conseguenze molto gravi. Con l’arrivo dell'estate, il traffico aumenterà e quindi anche i pericoli per automobilisti, centauri e pedoni. “La strada in questione risulta essere carente per ciò che riguarda la segnaletica stradale – scrivono i cinque consiglieri Antonio Di Ciuccio, David Trimarchi, Santino Veri, Franco Brancato e Sebastiano Pinto -,  in particolare le strisce pedonali sono praticamente divenute invisibili. Questa situazione determina uno stato di potenziale pericolo per l'incolumità dei cittadini che si trovano a transitare sul lungomare e sarebbe quindi opportuno – prosegue la minoranza - intervenire con la massima urgenza al fine di ripristinare le condizioni minime di sicurezza”. Nell’interrogazione, il gruppo “Città Libera” chiede di sapere se “l'Amministrazione intende intervenire in tempi brevi provvedendo al rifacimento della segnaletica stradale in modo da prevenire, per quanto ciò sia possibile, situazione di potenziale pericolo” e “se non fosse stato opportuno prevedere un intervento del genere allorquando furono realizzate le corsie di preselezione”.

Più informazioni: minoranza santa teresa  città libera  segnaletica  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.