Mercoledì 11 Dicembre 2019
Sansone chiede spiegazioni sull'uso di fondi pubblici, non previsto dalla legge


S. Teresa, relazione del sindaco pagata dai cittadini: consigliera interroga

di Redazione | 22/02/2019 | POLITICA

1295 Lettori unici

La consigliera Sansone e una copia della relazione

Perché spendere quasi 5mila euro del bilancio comunale, dunque a carico dei cittadini, per stampare e distribuire in 4.500 copie la relazione annuale del sindaco, senza che tutto ciò sia previsto dalla legge? È quanto si chiede la consigliera comunale di minoranza Lucia Sansone del comune di S. Teresa di Riva, che questa mattina ha presentato un’interrogazione al sindaco Danilo Lo Giudice affinché dia spiegazioni in Consiglio comunale. Sansone ricorda come la legge regionale 7/1992, sostituita dalla legge regionale 17/2004, stabilisce che “ogni anno il sindaco presenta una relazione scritta al Consiglio comunale sullo stato di attuazione del programma e sull'attività svolta nonché su fatti particolarmente rilevanti; il Consiglio comunale, entro dieci giorni dalla presentazione della relazione, esprime in seduta pubblica le proprie valutazioni e con la relazione il sindaco informa il Consiglio comunale ed i cittadini sullo stato di attuazione del programma e sull'attività svolta dall'Amministrazione”. Nel caso specifico il documento riguarda il periodo giugno 2017-giugno 2018 e il Consiglio comunale ne ha presto atto nella seduta del 6 agosto scorso e il Comune, quattro giorni dopo, ha impegnato 4mila 941 euro (liquidati il 3 ottobre) per la stampa della relazione annuale del sindaco. “La normativa vigente nulla dice in merito alla stampa ed alla divulgazione ai cittadini della citata relazione, la cui spesa è risultata essere a carico del bilancio comunale, essendo sufficiente la relativa presentazione al consiglio comunale, secondo quanto disciplinato dalla superiore disciplina – scrive Lucia Sansone – e la citata spesa è risultata essere, quindi, a parere della sottoscritta, inutile ed ingiustificata, non potendo, quest'ultima, riguardare l'ambito della comunicazione istituzionale, all'interno della quale, fra l'altro, dovrebbe rientrare anche l'attività politico–amministrativa posta in essere dai gruppi politici di opposizione. In ogni caso sarebbe stato opportuno limitarsi alla pubblicazione della stessa sul sito istituzionale dell'ente, in conformità agli obblighi di pubblicazione previsti dal D Lgs 33/2013”. La consigliera evidenzia come “l'informazione al cittadino sull'attività amministrativa posta in essere dall'ente rappresenta, in ogni caso, una iniziativa lodevole, a garanzia dei principi costituzionali di buon andamento ed imparzialità di cui all'art. 97 della Costituzione”, ma che “a parere della sottoscritta risultava più utile e giustificata per l'intera comunità la redazione e divulgazione di opuscoli informativi,  riguardanti temi quali guida al miglioramento della raccolta differenziata, sosta regolamentata nei periodi estivi, guida ai servizi offerti dal Comune”.

Al sindaco Danilo Lo Giudice viene quindi chiesto di riferire in merito alle “motivazioni, in fatto ed in diritto, in base alle quali il sindaco e l'Amministrazione comunale hanno pensato di spendere  4mila 941 per la stampa della relazione annuale in argomento, non emergendo, dalla documentazione in atti, adeguata istruttoria in merito; le motivazioni per cui non si è pensato di procedere alla divulgazione telematica della stessa, i cui costi sarebbero stati di gran lunga inferiori rispetto a quelli inopinatamente sostenuti a mezzo della determinazione dirigenziale del 10 agosto anche alla luce degli obblighi imposti dal D. Lgs 33/2013 in materia di trasparenza ed accesso civico; se nel prosieguo l'Amministrazione attiva intenderà spendere ulteriori risorse di bilancio per le stesse finalità, auspicando, in ogni caso, l'utilizzo degli strumenti telematici, nell'ambito della vera comunicazione istituzionale; se nel prosieguo l'Amministrazione intenderà attivarsi per la stesura e divulgazione di opuscoli informativi.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.