Martedì 15 Ottobre 2019
Ok alla mozione di Casablanca. Centro di riabilitazione rimasto senza altalena


S. Teresa, sì unanime dal Consiglio a nuovi giochi inclusivi per bambini disabili

di Andrea Rifatto | 29/07/2019 | POLITICA

428 Lettori unici

L'altalena per disabili a villa Crisafulli-Ragno

Sì unanime dal Consiglio comunale di S. Teresa alla mozione presentata dal consigliere di minoranza Carmelo Casablanca, capogruppo del Misto, per incrementare in paese la presenza di giochi inclusivi per bambini disabili. Sia maggioranza che opposizione si sono trovate d’accordo sulla sua proposta, concordando come l’Amministrazione comunale sin dal suo insediamento si sia sempre spesa per favorire l’inclusione e migliorare le condizioni di diversabili. “Quest’anno S. Teresa ha ottenuto la Bandiera lilla per il turismo accessibile ai turisti con disabilità motorie ma sul territorio comunale esiste solo un’altalena per disabili nel parco giochi di villa Crisafulli-Ragno – ha fatto presente Casablanca – e non sono presenti in altre aree di gioco e svago giochi inclusivi per bambini disabili”. Da qui la proposta “di incrementare urgentemente le aree di gioco e svago, in particolar modo in piazza Marina Militare d’Italia, con l’acquisto di giochi inclusivi, vista tra l’altro l’affluenza e l’importanza dell’area, destinata ad organizzazioni di manifestazioni”. Il consigliere aveva chiesto inoltre “di adeguare progressivamente le aree pubbliche già destinate ai giochi, man mano che si provvede alla loro risistemazione e corredandoli con l’installazione di giochi inclusivi” e di “informare e sensibilizzare i gestori di attività ludiche e ricreative, balneari e di ristorazione che hanno la possibilità di spazio ed economica di intervenire per l’abbattimento delle barriere architettoniche e corredare i propri spazi liberi con giochi inclusivi, con l’impegno dell’Amministrazione di partecipare con un contributo”. Tutte proposte nobili e lodevoli: spetta adesso all’Amministrazione attuarle in tempi che si spera siano celeri. Un gioco inclusivo va sicuramente installato all’esterno del centro di riabilitazione per minori attivo nell’ex pretura, visto che l'altalena posizionata nel 2014 è stata spostata dal Comune un paio d’anni fa nell’area giochi sul lungomare all’esterno di villa Crisafulli-Ragno: sarà certamente più visibile i piccoli pazienti del centro sono stati privati della possibilità di svagarsi.

Durante la discussione in aula il consigliere di minoranza Antonio Scarcella ha elogiato l’operato dell’assessore ai Servizi sociali Annalisa Miano: “Non è una sviolinata ma sull’argomento S. Teresa è all’avanguardia rispetto ad altri comuni, non soltanto per le cose che per legge si devono fare ma ci sono anche altre cose che non competono al Comune ma che vengono fatte ugualmente con non notevole sforzo economico e questo va sottolineato. Come va sottolineata la capacità e l’impegno profuso dall’assessore Miano, dal modo come parla e come agisce vedo che ci mette anima e cuore - ha evidenziato - non si vede soltanto l’amministratore che agisce ma anche la donna che si compenetra nei problemi, soprattutto di quelli che veramente ne hanno bisogno. Perciò stigmatizzo questo comportamento che non fa altro che giovare alla comunità ma che possa essere da traino per tutti quanti, perché impegnarsi nel sociale non è semplici”. L'assessore Miano, presente al Consiglio, ha ringraziato il consigliere Scarcella.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.