Domenica 25 Agosto 2019
I Democratici Riformisti e il Pd di Nino Bartolotta siglano un accordo politico


S. Teresa di Riva. Dopo le Europee nascono le prime alleanze

di Andrea Rifatto | 28/05/2014 | POLITICA

2299 Lettori unici | Commenti 2

Nino Bartolotta e Giammarco Lombardo

All’indomani della consultazione elettorale per le Europee, che ha sancito vincitori e vinti, non mancano i risvolti politici anche in ambito locale. In Sicilia il presidente della Regione, Rosario Crocetta, si colloca tra gli sconfitti, visto il risultato ottenuto dal suo candidato di riferimento, l’assessore regionale al Turismo Michela Stancheris, che non è riuscita ad entrare tra gli eletti al Parlamento Europeo. A sostenere la “pupilla” di Crocetta erano scesi in campo parte del Megafono, movimento che fa riferimento al presidente della Regione, e i Democratici Riformisti dell’on. Giuseppe Picciolo.
Ma tirate le somme Michela Stancheris non ha comunque sfigurato, e laddove l'esito delle urne è stato positivo gli esponenti politici che l’hanno sostenuta si premurano ad evidenziarlo. È il caso di S. Teresa di Riva, dove la trentaduenne bergamasca ha potuto contare sul sostegno dell’ex assessore regionale Antonino Bartolotta (Pd) e dei Democratici Riformisti, il cui coordinatore nella riviera jonica è il giovane Giammarco Lombardo, già assessore designato alle amministrative del 2012 nella compagine a supporto del primo cittadino uscente Alberto Morabito. La Stancheris è stata la candidata più votata nella cittadina jonica, con ben 522 preferenze su un totale di 1266 voti ottenuti dalla lista del Partito Democratico, e i supporter locali non hanno mancato occasione di evidenziarlo. Oggi è stata diramata una nota con la quale i Dr e il gruppo Pd vicino all’ex sindaco di Savoca, composto dall’ex assessore Natale Rigano, dal consigliere comunale Sebastiano Pinto e da Vittorio Chillemi, new entry tra le file democratiche, ribadiscono l’egregio risultato conseguito dalla candidata da loro sostenuta, grazie - scrivono - all’ingente e determinante impegno politico messo in campo dai due gruppi.
Le due forze politiche hanno annunciato poi di voler avviare un percorso politico comune e di collaborazione per la città di S. Teresa. Una decisione che sembra aver spiazzato il locale circolo del Partito Democratico, il cui segretario, Angelo Casablanca, è stato informato solo a cose fatte del feeling scoppiato tra l’ex assessore del governo Crocetta e i Democratici Riformisti: al momento il massimo esponente dei democratici santateresini non si è voluto esprimere sulla vicenda, ma sembra non abbia gradito lo “scavalcamento” politico messo in atto da Bartolotta, che defenestrato dal governo regionale, sembra pronto a rientrare nell’agone politico locale.
A. S. Teresa di Riva si scaldano dunque i motori, anche se al momento le auto in pista sono poche e il circuito è ancora sconosciuto. Non resta che attendere che si aprano altri box: se verranno fuori utilitarie o fuoriserie è ancora presto per dirlo. 

Più informazioni: gianmarco lombardo  democratici riformisti  


COMMENTI

Pippo Sturiale | il 28/05/2014 alle 18:26:37

Sempre motori a benzina aspirati sono! E occorrono fuoriserie!? Si è sempre alla ricerca dell'uomo solo al comando ... per investitura superiore. Mah!? Meglio utilitarie alimentate con energie rinnovabili, ossia ottimi progetti, coesi ed aperti gruppi di lavoro, niente uomini della provvidenza, ma spirito di servizio. Servono persone capaci di lavorare insieme, desiderosi di includere, che favoriscano la partecipazione della gente comune alla riappropriazione della gestione della cosa pubblica.

giovanni c. | il 30/05/2014 alle 20:28:34

ma il tizio a destra non è il figlio del Professore Pippo Lombardo ?? Rinnavamento in corso ?? ahah ottima manovra i figli so piezz e core

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.