Sabato 24 Agosto 2019
Interrogazione dopo il caso sollevato dalla 'Dispari' sulla studente della Primaria


Sant’Alessio, sedia per disabile e operato dell’esperta: minoranza chiede spiegazioni

di Andrea Rifatto | 22/03/2018 | POLITICA

957 Lettori unici

L'esperta Quacquaro e il sindaco Foti

La mancanza di una sedia per una studente disabile e l’operato dell’esperta ai Servizi sociali sono finiti al centro di una interrogazione presentata dal gruppo consiliare di minoranza di Sant’Alessio Siculo. I consiglieri di “Cambiavento”, Concetto Fleres, Rosa Anna Fichera e Giuseppe Bartorilla, hanno scritto al sindaco Giovanni Foti e all’assessore ai Servizi sociali Giuseppe Pasquale riprendendo quanto segnalato il 6 febbraio dall’associazione Dispari onlus, che ha sollevato il caso di una studentessa disabile della scuola primaria “Gussio” che da cinque mesi non p messa in condizione di poter frequentare regolarmente la scuola per mancanza di una sedie idonea che le consenta di partecipare alle lezioni mantenendo la giusta postura. I tre consiglieri, citando la vicenda, concentrano le loro attenzioni anche sull’esperta del sindaco ai Servizi sociali, Caterina Quacquaro, ricordando come sia stata nominata il 9 ottobre “nonostante la stessa era già stata nominata assessore ai Servizi sociali ricoprendo tale incarico fino a poco tempo prima della nomina di esperta, dimettendosi da assessore per motivi personali che non le consentivano di ricoprire l’incarico assessoriale” e che “il primo incarico di esperto si concludeva il 31 dicembre per un importo complessivo di 2mila 902 euro”.

Fleres, Fichera e Bartorilla chiedono quindi di sapere “se sia vero che la Dispari onlus abbia segnalato all’inizio dell’anno scolastico agli Uffici comunali di provvedere all’acquisto di una sedia idonea; se il Comune ha provveduto a chiedere dei preventivi per l’acquisto del presidio; come si intende risolvere la questione e in quanto tempo e quale attività ha svolto dall’inizio dell’anno scolastico a oggi l’esperta Caterina Quacquaro. Nei giorni scorsi la Giunta comunale si è attivata e ha stanziato 3mila euro per l'acquisto della sedia, così come chiesto dalla responsabile dell'Unità operativa del Dipartimento di Salute mentale di S. Teresa di Riva.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.