Giovedì 19 Settembre 2019
Gli attivisti propongono soluzioni alternative dopo un confronto con gli operatori turistici


Taormina. Il M5s: "Il ticket per il Parco insensato balzello"

di Redazione | 23/03/2015 | POLITICA

1299 Lettori unici

L'ingresso al Parco comunale

No all’istituzione di un ticket di ingresso al Parco “Giovanni Colonna Duca di Cesarò”. A lanciare l’appello è il meetup Movimento Cinque stelle di Taormina, che stamane, tramite l’attivista Giuseppe D’Angelo, ha consegnato in municipio un documento indirizzato al sindaco Eligio Giardina e ai membri della Giunta e del Consiglio comunale, contenente una proposta alternativa all’introduzione di un biglietto di ingresso al Parco comunale. “Apprendiamo con rammarico che l’Amministrazione di Taormina vuole mettere in atto la delibera di Giunta del 2001 per istituire un biglietto di ingresso al Parco Giovanni Colonna Duca di Cesarò” – scrive l’organizer del Movimento Nicola Salerno – che spiega come da un confronto sulla questione avuto con vari esponenti nel settore turistico organizzativo e ricettivo della Perla, l’ipotesi del ticket di ingresso alla Villa comunale “appare insensata, in quanto trattasi di parco pubblico, polmone verde della città da proteggere e curare garantendo il libero accesso”. Il M5s ha elencato poi una serie di possibili svantaggi che potrebbero derivare dall’applicazione della delibera del 2001, che porterebbe all’istituzione di “un ennesimo balzello a carico del turista dopo l’aumento già previsto dalla tassa di soggiorno”, oltre a spese di personale per controllo ed emissione biglietti, alla difficoltà degli operatori a distinguere i turisti dai residenti e al rischio che la decisione possa venir accolta negativamente degli ospiti stranieri. “Consci dell’importanza della salvaguardia della Villa comunale – prosegue il documento inviato agli amministratori – siamo anche convinti che Taormina ha nel mondo moltissimi estimatori, nonché la comunità taorminese all’estero, la quale porta con orgoglio il nome della città. Pertanto proponiamo al civico consesso la formazione di un comitato pubblico che si faccia promotore di una raccolta fondi tramite web, magari utilizzando il sito ufficiale del Comune, riportando/aggiornando costantemente ed in piena trasparenza la cifra raccolta. Contemporaneamente – suggeriscono gli attivisti –  l’Amministrazione dovrebbe organizzare in primis una campagna pubblicitaria che investa la collaborazione  delle strutture ricettive, dei commercianti e degli operatori turistici presenti in città; successivamente, un bando di concorso per avviare i lavori. In questo modo eviteremo ai nostri ospiti ulteriori spese e contemporaneamente, si potrebbe iniziare un vero intervento su l’immagine del paese ed un ricondizionamento del parco e delle strutture al suo interno”.

Più informazioni: movimento cinque stelle taormina  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.