Domenica 25 Agosto 2019
La denuncia del gruppo di minoranza, che chiede spiegazioni all'Amministrazione Prestipino


“Torrente Pagliara invaso dai liquami, a rischio le falde acquifere"

02/12/2015 | POLITICA

950 Lettori unici

I liquami nell'alveo del torrente Pagliara

“Da settimane il torrente Pagliara è invaso da liquami”. È quanto denunciano i consiglieri del gruppo di minoranza del centro collinare, che hanno presentato una interrogazione a risposta scritta sulla questione al sindaco Domenico Prestipino e all’assessore al Territorio Andrea Pitrolo. I componenti del gruppo “Vincere per Pagliara” Santi Di Bella, Carmela Scarcella, Francesco Laganà e Loredana Spadaro spiegano di aver appreso da alcuni cittadini, e di aver verificato personalmente dopo un approfondito sopralluogo, come vi sia un’ingente fuoriuscita di liquami fognari nel torrente Pagliara. “Essendo tale situazione perdurante ormai da settimane – scrivono i quattro esponenti dell’opposizione – si presume che essa sia stata conseguenza delle piogge dei primi giorni di novembre, mentre non è stato fino ad ora posto in essere dall’Amministrazione alcun provvedimento concreto per evitare il rischio di inquinamento delle falde acquifere e della conduttura del comune di Roccalumera che, oltretutto, serve anche alcune famiglie della frazione di Rocchenere ed alimenta alcune fontane poste nel territorio della stessa frazione”. Di Bella, Scarcella, Laganà e Spadaro hanno dunque presentato un’interrogazione chiedendo spiegazioni al fine di “per salvaguardare la salute dei cittadini di Pagliara, che corrono grave rischio stante la gravità della situazione”. In particolare i quattro vogliono sapere “se è intendimento dell’Amministrazione effettuare interventi, e di quale genere, per bonificare l’area vicina alle pompe di sollevamento e il tratto del torrente Pagliara interessato dallo sversamento dei liquami; la motivazione per cui a tutt’oggi non è stata disposta ordinanza per provvedere al ripristino delle condizioni ottimali dell’impianto evidentemente difettoso; se e in quali date sono state disposte, e conseguentemente effettuate e da quale ente, opportune analisi dell’acqua che sgorga dalle fontane site in Rocchenere". Il gruppo di minoranza di Pagliara ha chiesto che venga data risposta scritta all’interrogazione nel corso della prima seduta utile del Consiglio comunale e comunque in una riunione da tenersi entro 30 giorni dal ricevimento della stessa.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.