Venerdì 18 Ottobre 2019
La minoranza contesta all'Amministrazione carenze nell'organizzare l'estate


"Turismo a Roccalumera? Ancora lontani dalle vette di qualità e di vivibilità"

08/08/2019 | POLITICA

688 Lettori unici

Alcune foto scattate dalla minoranza

“L’Amministrazione è ancora lontana da un’offerta turistica ottimale e con l’arrivo del mese di agosto siamo entrati nel pieno dell’estate, che non riesce tuttavia a conquistare le attendibili vette di qualità e di vivibilità”. A dirlo sono i consiglieri comunali di minoranza di Roccalumera, che in una nota commentano l’andamento della stagione turistica nella cittadina jonica. “Dopo la delusione per il mancato riconoscimento della Bandiera blu, l’Amministrazione ha cercato di correre ai ripari avviando (tramite un’ordinanza sindacale del 21 maggio) interventi per la realizzazione di rampe per l’accesso alla spiaggia (eseguiti a giugno) e in seguito  posizionando le isole ecologiche, le docce e due postazioni di salvataggio – scrivono i consiglieri Rita Corrini, Tiziana Maggio, Antonio Scarci e Ivan Cremente - può sembrare tutto molto lodevole se non si fosse rivelato alquanto poco funzionale”. L’opposizione elenca quindi quelle che ritiene una serie di carenze e anomalie: “Le rampe non arrivano nemmeno a metà spiaggia per cui per un disabile è impossibile raggiungere la battigia; alcuni accessi a mare non sono attrezzati di rampe o di passerelle; la maggior parte delle scalette in ferro sono arrugginite e mancanti di scalini per cui è alquanto pericoloso accedervi; le docce non hanno un adeguato basamento per cui non è affatto comodo per i bagnanti che intendono usufruirne e due postazioni di salvataggio sono pressoché insufficienti per coprire adeguatamente la spiaggia di Roccalumera e si trovano solo nella parte sud del paese”.

La minoranza evidenzia poi come “da un lato con un’ordinanza di sicurezza balneare si vietano giochi che possono arrecare danno a persone ma dall’altro si permette che stazionino mezzi meccanici! Non rappresentano un pericolo per i bagnanti e in particolar modo per i bambini?” si chiedono Corrini, Maggio, Scarci e Cremente. “Non migliore la situazione del lungomare, muretti  spaccati e rotti, con il ferro arrugginito in bella mostra; sacchetti di rifiuti abbandonati; posteggio di camper e mezzi pesanti, per giorni, nell’area demaniale, senza che ci sia nessun controllo. Finchè si faranno interventi improvvisati da sfoggiare come propaganda politica – conclude la minoranza – e non si programmerà seriamente un percorso di svolta non si potranno accogliere turisti e vacanzieri in modo ottimale”.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.