Domenica 25 Agosto 2019
Approvato il Bilancio di previsione 2015 con il voto contrario delle minoranze


Unione Monte Scuderi, Salvatore Berlinghieri eletto presidente del Consiglio

di Andrea Rifatto | 03/06/2016 | POLITICA

1676 Lettori unici

Salvatore Berlinghieri

Nuovo presidente del Consiglio per l’Unione dei Comuni Valle di Monte Scuderi, che comprende i comuni di Scaletta Zanclea e Itala. Nei giorni scorsi, nel corso della prima seduta consiliare del 2016 svoltasi ad Itala, è stato eletto sulla poltrona più alta dell’assemblea Salvatore Berlinghieri, consigliere comunale di maggioranza a Itala, che prende il posto di Francesco Grungo, dimessosi da consigliere del comune di Scaletta e dunque decaduto dalla carica ricoperta nell’Unione. Insieme a Berlinghieri, votato all’unanimità dal Consiglio, è stato eletto anche il nuovo vicepresidente, carica che è andata sempre all’unanimità a Francesco Picciotto, neoconsigliere dell’ente sovracomunale insieme alla collega Giusy Aloisi, entrambi in maggioranza nel Civico consesso di Scaletta e subentrati in seguito alle dimissioni di Grungo e di Giuseppe Meola. Il neo presidente Berlinghieri, vicepresidente uscente, ringraziando i colleghi per il ruolo affidatogli ha ribadito la volontà di portare avanti le iniziativa previste nel programma dell’Unione, come la raccolta differenziata dei rifiuti, il coordinamento dei servizi sociali e il progetto per la realizzazione di un minisvincolo autostradale tra Itala e Scaletta.

Nella stessa seduta il Consiglio dell’Unione dei Comuni Valle di Monte Scuderi ha approvato il Bilancio di previsione 2015, il Pluriennale 2015-2017 e la relazione previsionale 2015-2017. Documenti giunti in aula con notevole ritardo rispetto ai termini stabiliti dalla norma e che sono stati approvati con i voti favorevoli di Salvatore Berlinghieri, Francesco Picciotto, Giusy Aloisi e Alessio Raneri, mentre Carmine Berlinghieri e Domenico Cifalà, consiglieri di minoranza a Itala e Scaletta, hanno espresso voto contrario. Decisione, quest'ultima, motivata dal fatto che approvando il Bilancio di previsione 2015-2017 così in ritardo, il Consiglio viene privato delle sue funzioni di programmazione: “Pensavamo che il Comune di Messina avesse raggiunto il record per il ritardo nell’approvazione ed invece questa Unione lo ha superato” – ha evidenziato Carmine Berlinghieri, che insieme a Cifalà ha fatto rilevare come l'Unione ad oggi sia stata utilizzata come un bancomat per le piccole esigenze dei due Comuni e l'Esecutivo di fatto abbia tradito gli scopi per cui è nato l'ente. In particolare Cifalà ha segnalato la mancanza di un piano per le opere pubbliche, chiedendo l’inserimento del progetto del minisvincolo nel Piano triennale, mentre Berlinghieri ha fatto presente come gli impiegati e i fornitori aspettino di essere pagati da circa un anno e l'ente ha subito per morosità il distacco dell'utenza telefonica. “Di contro sono state finanziate piccole manifestazioni che è giusto finanziare solo se vi sono le risorse” – ha evidenziato il consigliere di minoranza di Itala -. Avevo chiesto in tempi non sospetti, prima dell'intervento della magistratura, che l'Unione, visto che allora vi era la disponibilità finanziaria, si dovesse occupare del depuratore ma le mie parole sono rimaste inascoltate e oggi i cittadini di Itala e Scaletta subiscono le conseguenze”.

Il presidente dell’Unione, il sindaco di Scaletta Gianfranco Moschella, ha replicato che già la Giunta era in ritardo nell’adottare lo schema di Bilancio 2015-2017 nel mese di dicembre e che l’ulteriore lungaggine è stata anche dovuta al passaggio di consegne interno dell’area economico-finanziaria. “Si cercherà di fare meglio per il bilancio di previsione 2016, prendo questo impegno in prima persona – ha dichiarato Moschella – e mi farà piacere ricevere delle nuove proposte di programmazione da parte dei consiglieri così da poter redigere questo nuovo bilancio”. Il Consiglio ha inoltre approvato la proposta di istituire una sede amministrativa dell’Unione dei Comuni presso il municipio di Scaletta Zanclea, mentre la sede legale rimarrà nella biblioteca comunale di Itala Marina. 

Più informazioni: unione monte scuderi  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.