Domenica 25 Agosto 2019
Contributi assegnati dalla Regione. In provincia arrivano in totale 590mila euro


Unioni dei Comuni, 180mila euro per Valli Joniche e Monte Scuderi. Fuori Naxos-Taormina

di Andrea Rifatto | 01/06/2019 | POLITICA

590 Lettori unici

I sindaci dell'Unione Valli Joniche

L’Assessorato delle Autonomie locali e della Funzione pubblica ha approvato il Piano di riparto alle unioni di Comuni delle somme destinate all’incentivo dell’associazionismo comunale per il 2017, che saranno erogate previa verifica della regolare rendicontazione dei contributi degli anni precedenti. In totale in tutta l’isola sono stati concessi contributi per un milione 668mila 821 euro, di cui 868mila 821 dello Stato e 800mila a titolo di compartecipazione regionale. In provincia di Messina arrivano 590mila euro per otto unioni che riuniscono 37 Comuni. Il riparto è stato effettuato assegnando una quota del 20% in proporzione al numero di comuni aderenti all’Unione; il 10% in proporzione al numero degli abitanti; il 30% in proporzione al numero delle funzioni fondamentali affidate in forma esclusiva e il 40% in base ai servizi affidati in forma esclusiva non rientranti nelle funzioni fondamentali.

L’Unione dei Comuni delle Valli Joniche dei Peloritani, la più grande per numero di comuni, ossia 11 (Antillo, Casalvecchio, Forza d’Agrò, Furci, Limina, Mandanici, Pagliara, Roccafiorita, Roccalumera, S. Alessio, Savoca) per un totale di 16.825 abitanti, ha ricevuto l’importo di 90mila euro (massimo concedibile); stessa somma assegnata all’Unione Valle di Monte Scuderi (Itala e Scaletta); seguono le unioni Comuni dei Nebrodi (Longi, Frazzanò, Mirto) 90mila euro; Valle del Tirreno (Valdina, Torregrotta, Monforte, Condrò, Roccavaldina) 90mila euro; Unione dei Nebrodi (S. Agata di Militello, Capo d’Orlando, S. Fratello, Caronia, Torrenova, S. Stefano di Camastra) 90mila euro; Terre dei Lancia (Brolo, Ficarra) 52mila 784 euro; Nebrodi-Etna (Maletto, Maniace, Cesarò) 51mila 692 euro; Valle del Patrì (Castroreale, Fondachelli Fantina, Rodì Milici, Terme Vigliatore) 36mila 092 euro. Non ammesse ai fondi le unioni Via Regia dell’Alcantara (Francavilla, Gaggi, Graniti e Motta Camastra), Alto Alcantara (Malvagna, Mojo Alcantara, Roccella Valdemone, S. Domenica Vittoria) e Valli dei Nebrodi (Tortorici, Castell’Umberto) per la mancata attestazione da parte dei Comuni aderenti relativa all’affidamento in forma esclusiva di almeno una funzione. Nell’elenco non compare l’Unione dei Comuni Naxos-Taormina (Giardini, Letojanni, Castelmola, Mongiuffi Melia, Gallodoro) che evidentemente non ha presentato alcuna istanza per avere i fondi.


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.