Lunedì 18 Novembre 2019
Il pilota agrigentino della scuderia Sgb al primo evento nazionale di promozione del rally


Automobilismo. Alfonso Di Benedetto nella giuria del Rally Italia Talent

17/01/2014 | SPORT

1819 Lettori unici

Da un’idea di Aci Sport nasce il Rally Italia Talent, primo evento dedicato al mondo dei rally, il cui scopo è l’individuazione di talenti nell’automobilismo sportivo e in modo particolare nel settore rally, piloti e navigatori, e la promozione del settore rally in generale. Durante gli ultimi mesi del 2013 sono state raccolte le adesioni, aperte a persone di ambo i sessi, con un’età minima di 18 anni e in possesso di patente di guida, che hanno portato alla raccolta di oltre 4.000 nominativi. Da fine gennaio inizieranno le selezioni regionali, preludio alle semifinali e alla finalissima che si svolgerà a Roma. Tutti i partecipanti saranno valutati da una giuria, formata da persone qualificate del settore, tra le quali spicca anche il nome del portacolori della scuderia S.G.B. Rallye di San Piero Patti (Me), Alfonso Fofò Di Benedetto. Il forte pilota agrigentino, il più vincente di sempre in Sicilia, non poteva certo mancare tra i giurati e la sua presenza è stata confermata per la fase delle selezioni che riguarda la Sicilia e la Calabria. Di Benedetto inoltre sarà presente anche in altre selezioni regionali in giro per l’Italia, presenza da confermare in base alle gare che il pilota siciliano affronterà nella stagione appena iniziata.
La selezione per le regioni Sicilia e Calabria è in programma presso l’Autodromo di Pergusa da venerdì 14 a domenica 16 febbraio e vedrà ben 418 iscritti, di cui 356 piloti e 62 navigatori. Le prove saranno effettuate con l’ausilio di vetture di serie fornite direttamente dall’organizzazione e verranno valutate esclusivamente l’abilità, l’attitudine e le capacità di guida, escludendo nel modo più assoluto la velocità come elemento di valutazione. Ciascun partecipante “pilota” avrà al posto del passeggero un istruttore qualificato, mentre i partecipanti come “navigatori” avranno al posto di guida un istruttore qualificato. Gli istruttori al termine di ciascuna prova compileranno per ciascun partecipante un form predisposto dalla giuria con una valutazione analitica della prova del partecipante, valutazione che riguarderà l’abilità e l’attitudine e le capacità di guida, con 4 livelli di giudizio, nonché la possibilità di inserire una menzione particolare di merito. A ciascuna prova sarà altresì presente un osservatore esterno che compilerà analoga valutazione. Al termine di tutte le selezioni regionali la giuria valuterà quali saranno i 100 piloti e i 100 navigatori che saranno ammessi alle semifinali, che saranno tre: Nord (Milano), Centro (Firenze) e Sud (Napoli), dove accederanno al massimo 200 piloti e 100 navigatori sulla base della valutazione dei giurati. Al termine delle 3 semifinali verranno scelti i 20 piloti e i 20 navigatori che saranno ammessi alla finale, dove verranno eletti i migliori 3 equipaggi che riceveranno come premio un corso intensivo presso la Scuola Federale CSAI e i seguenti premi: il primo equipaggio classificato si aggiudicherà la partecipazione, con tutte le spese a carico dell’organizzatore, al Rally Italia 2014 con una vettura che sarà comunicata sul sito ufficiale. Il secondo equipaggio classificato, la partecipazione, con tutte le spese a carico dell’organizzatore, al Rally Adriatico valido per il Campionato Italiano Rally 2014 con una vettura che sarà comunicata sul sito ufficiale, mentre il terzo classificato si guadagnerà la partecipazione, con tutte le spese a carico dell’organizzatore, al Rally di San Marino valido per il Campionato Italiano Rally 2014 con una vettura che sarà comunicata sul sito ufficiale.

Per maggiori informazioni si può visitare il sito www.rallyitaliatalent.it

Più informazioni: rally  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.