Lunedì 09 Dicembre 2019
Giallorossi in vantaggio per 75 minuti, poi la rimonta degli agrigentini e il 3-3 finale


Derby spettacolare tra Akragas e Messina: Gustavo agguanta il pareggio

di Carmelo Micalizzi | 24/04/2016 | SPORT

1418 Lettori unici

Il Messina raccoglie solo un pari in un pirotecnico derby di ritorno contro l’Akragas all’ “Esseneto” di Agrigento. Ai Giganti agrigentini serviva una vittoria per acquisire la salvezza matematica, che con tutta probabilità arriverà la prossima giornata, mentre il Messina, già forte della salvezza, poteva contare su una situazione di maggiore tranquillità. Bel primo tempo dei peloritani che riescono a chiudere con due reti di vantaggio ma poi vedono i fantasmi di Castellammare di Stabia e subiscono la rimonta da parte degli agrigentini che ne fanno addirittura tre nella ripresa rischiando di portare a casa la vittoria. Solo un guizzo finale di Gustavo evita una punizione fin troppo pesante agli uomini di Di Napoli, che però ancora una volta non riescono a conservare il vantaggio acquisito. Note positive sempre le reti di Tavares e Gustavo, il cui rinnovo del contratto con il Messina è chiesto a gran voce da tutta la tifoseria. Prossimo appuntamento fra sette giorni quando tra le mura amiche andrà in scena la gara con la Casertana in piena lotta per i playoff.

Raffaele Di Napoli deve fare a meno di Luca Martinelli per infortunio e Berardi ma ritrova diverse pedine importanti per la trasferta di Agrigento. Gli undici titolari sono Addario tra i pali, Burzigotti e De Vito centrali con Mileto e Zanini esterni; in mezzo al campo Baccolo, Fornito e Bossa, giovane all’esordio, a supporto del tridente d’attacco con Gustavo, Tavares e il ritorno da titolare di Cocuzza. Pronti-via i giallorossi sembrano dare l’impressione di voler trovare il vantaggio il prima possibile, che si concretizza infatti dopo appena due minuti e mezzo quando Tavares insacca di testa la sua nona rete stagionale sull’ennesima pennellata di Fornito. L’Akragas non ci sta e tenta di reagire andando alla conclusione diverse volte, perlopiù da lontano. A provarci senza risultati sono Vicente, Madonia e Di Piazza, quest’ultimo vicino al gol al 17’ con un destro al volo su cui Addario si salva in corner. L’occasione più importante per i Giganti capita a Grea, che al 29'mette in mezzo dall’area piccola ma nessuno devia a rete. Cocuzza sfiora il raddoppio al 38’ per il Messina ma sulla sua strada c’è un ottimo Vono in uscita. Il raddoppio arriva comunque al 45’ ancora con Tavares che triangola con Gustavo e poi mette rasoterra nell’angolino basso alla sinistra di Vono che si distende ma non può nulla. Si va al riposo con il risultato di 0-2.

Il secondo tempo sembra la replica della trasferta di Castellammare, con l’aggravante che questa volta i peloritani erano andati in doppio vantaggio al riposo. Neanche cinque minuti dal rientro in campo e Di Piazza pesca Zibert che da due passi mette in rete il gol dell’1-2, che accorcia le distanze. I biancoazzurri cercano di sfruttare le corsie laterali per impensierire la retroguardia giallorossa che tutto sommato si difende bene. Lello Di Napoli opera diversi cambi con Fusca per De Vito, Giuseppe Russo per Baccolo e Barisic per Bossa. Al 75’ però l’Akragas trova il pareggio con Vito Leonetti, appena entrato in campo, abile ad approfittare di un batti e ribatti in area. Il risultato di 2-2 dura appena tre minuti perché al 78’ Di Piazza, sugli sviluppi confusi di un corner, riesce a trovare uno spiraglio per insaccare di testa il gol del vantaggio, che vale la salvezza per gli agrigentini. Ma la partita è tutt’altro che finita perché all’86’ Tavares sfiora il gol che arriva poi all’89’: cross dalla sinistra che Gustavo raccoglie sul secondo palo e schiacciando di testa insacca il suo settimo gol stagionale per il 3-3 finale.


TABELLINO


AKRAGAS – MESSINA 3-3
Reti: 3’, 45’ Tavares (M), 50’ Zibert (A), 75’ Leonetti (A), 78’ Di Piazza (A), 89’ Gustavo (M)


AKRAGAS (4-3-3):
Vono, Grea, Capuano (46’ Aloi), Vicente, Muscat, Marino, Salandria, Zibert, Di Piazza, Madonia (70’ Cristaldi), Di Grazia (74’ Leonetti). A disposizione: Maurantonio, Greco, Cazé, Mauri, Fiore, Candiano, Lo Monaco. All.: Pino Rigoli

MESSINA (4-3-3): Addario, Mileto, Zanini, Baccolo (61’ Giuseppe Russo), Burzigotti, De Vito (46’ Fusca), Fornito, Bossa (67’ Barisic), Tavares, Cocuzza, Gustavo. A disposizione: Di Stasio, Genny Russo, Aleo, Giorgione, Padulano, Salvemini. All.: Raffaele Di Napoli.

Arbitro: Vincenzo Fiorini di Frosinone

Ammoniti: Zibert, Di Piazza, Aloi, Muscat (A), Baccolo, De Vito (M)

Recupero: 2’ pt, 2’ st

Più informazioni: acr messina lega pro 15-16  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.