Domenica 22 Settembre 2019
La 'corsa rosa' il 10 maggio attraverserà tutti i centri della costa jonica messinese


Giro d'Italia 2017, svelato il percorso della tappa Pedara-Messina

di Gianluca Santisi | 21/10/2016 | SPORT

11239 Lettori unici | Commenti 2

Il passaggio a Capo S. Alessio del "Giro 2011"

Il Giro d'Italia di ciclismo del prossimo anno, quello dell'attesissima edizione del centenario, toccherà anche la Sicilia. Saranno due le tappe che si svolgeranno nell'Isola: martedì 9 maggio con partenza da Cefalù e arrivo in salita sull'Etna, al rifugio Sapienza di Nicolosi; mercoledì 10 maggio con partenza da Pedara e arrivo a Messina. La “corsa rosa”, organizzata dalla Gazzetta dello Sport, verrà presentata il 25 ottobre a Milano ma nei giorni scorsi sono arrivate le prime anticipazioni sulle frazioni siciliane. È quasi certo che la seconda tappa siciliana, la Pedara-Messina, attraverserà anche Taormina e i comuni della fascia costiera jonica. Non ha dubbi l'esperto Valerio Capsoni, autore del libro “Nibali – Un signore in giallo”. Capsoni, con una settimana di anticipo sulla presentazione ufficiale di Milano, ha svelato il percorso della quinta tappa. “La partenza sarà in discesa – spiega - da Pedara verso San Pietro Clarenza. Poi Mascalucia, Gravina di Catania e si ricomincia a salire verso San Giovanni La Punta, Aci Bonaccorsi, Viagrande, Trecastagni, Zafferana Etnea, Milo e Fornazzo, con scollinamento a quota 890 metri, altitudine massima di questa frazione”. Da qui la discesa verso Piedimonte Etneo, nuova risalita verso Linguaglossa, poi lo strappo della Portella di Castiglione. “Da qui – continua Capsoni, che da ciclista amatoriale ha anche fondato il gruppo “I Salitomani dell'Etnea” - si andrà su Castiglione di Sicilia, Francavilla di Sicilia e poi si seguirà tutta la bassa Valle dell'Alcantara fino a Giardini Naxos. Infine tutta la costa jonica, passando da Letojanni, S. Alessio, S. Teresa, Furci, Roccalumera, Nizza, Alì Terme, Itala e Scaletta, fino all'arrivo di Messina. Sarà una tappa molto bella dal punto di vista paesaggistico – conclude Valerio Capsoni -, che vedrà probabilmente un tentativo di fuga e poi un arrivo in volata”. Per la seconda volta in pochi anni, dunque, il Giro passerà dalla riviera jonica. Nel 2011 accadde in senso opposto: partenza da Messina e arrivo a Etna Sud da Nicolosi.


IL VIDEO DEL PASSAGGIO A CAPO S. ALESSIO DEL GIRO D'ITALIA 2011
 


COMMENTI

Giovanni Munafò | il 22/10/2016 alle 14:46:38

Era ora che si ricordassero della Sicilia e, in particolare, di Messina.

Carmelo | il 22/10/2016 alle 20:16:24

Dite ai buddaci di tenere la città pulita e al no Tibet di tappare le buche se no solite figure di bip

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.