Giovedì 14 Novembre 2019
Ottimi risultati per i 4 atleti jonici. Il santateresino si piazza 815° su 43mila partecipanti


Gli "Snail Runners" calano il poker a Londra: Maimone record

di Carmelo Micalizzi | 26/04/2015 | SPORT

2760 Lettori unici

Gli Snail a Londra: Smiroldo, Restuccia, Maimone e Garufi

I quattro atleti jonici del gruppo “Snail Runners” chiudono con ottimi risultati la Maratona di Londra, vinta dal trentenne keniano Eliud Kipchoge in 2h 04’ 42’’. Prestazione straordinaria per il santateresino Pierpaolo Maimone, che si piazza in 815esima posizione assoluta tra i 43.751 partecipanti alla 42 km londinese (789esimo tra gli uomini e 168esimo nella categoria 40-44, primo tra gli italiani), tagliando il traguardo in 2h 50' 27'' e registrando il suo record personale. Ottimo tempo anche per il debuttante Santino Restuccia di Furci Siculo, secondo tra gli Snail, che ha perso ben otto minuti rimanendo bloccato tra la folla e tagliando poi il traguardo in 3h 05' 50'',  tempo che gli è valso la posizione assoluta numero 2.473 (2319° tra gli uomini e 369° nella categoria 45-49). Giovanni Smiroldo, atleta di S. Teresa alla sua prima gara ufficiale, ha chiuso al 3023° posto in 03h 10' 39'', piazzandosi 1408esimo nella categoria 18-39 e 278esimo tra gli uomini. Il quarto classificato degli Snail è invece Paolo Garufi, che ha attraversato la finish line con un tempo di 3h 29' 17'', chiudendo in 6066esima posizione ma registrando il suo record personale.
Al termine tutti soddisfatti i quattro atleti jonici, allenati da Paolo Cicciò. Pierpaolo Maimone e Santino Restuccia, entrambi tesserati con la Polisportiva Odysseus di Messina, presieduta da Antonello Aliberti, hanno mostrato di poter competere ad alti livelli senza alcun timore: superlativa la prestazione di Maimone, mentre Restuccia è stato il più costante dei quattro dal chilometro 30 in avanti, quando la fatica inizia a farsi sentire. Sulla prestazione di Paolo Garufi, atleta della Marathon Club di Taormina, che ottiene anche lui il record personale nelle maratone sin qui disputate, ha inciso la mancanza di un allenamento costante in vista della trasferta di Londra, mentre Giovanni Smiroldo, alla prima 42 km, ottiene un buon piazzamento considerando che è arrivato allo start con soli due anni di allenamento alle spalle.  
In classifica generale, dietro Kipchoge, il connazionale Kipsang, con un distacco di cinque secondi; al terzo posto un altro keniano, Kimetto, staccato di un minuto. Per le donne, invece, trionfa in 2h 23’ 22’’ l’etiope Tigist Tufa, consegnando la vittoria alla sua nazione dopo ben 14 anni di dominio keniano. Al secondo posto, otto secondi più tardi, arriva la keniana Mary Keitany a precedere di 11’’ esatti un’altra etiope, Kebede Tsegaye.

 

Più informazioni: snail runners  maratona di londra  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.