Lunedì 11 Novembre 2019
In casa con l'Ischia finisce 1-1: ospiti in vantaggio raggiunti nella ripresa grazie a Corona


Lega Pro. Ancora un pareggio per il Messina, bloccato in zona play-out

di Carmelo Micalizzi | 18/04/2015 | SPORT

1248 Lettori unici

Il Messina strappa un pareggio all’Ischia, il quinto consecutivo, e si mantiene in 16esima posizione nella classifica del girone C di Lega Pro. Al “San Filippo” la sfida valida per la 35esima giornata di campionato finisce 1-1, risultato che consente ai padroni di casa di conquistare un punto e salire a quota 30 insieme alla formazione ischitana, quart'ultima in graduatoria. I siciliani sono infatti avvantaggiati da una migliore differenza reti e dagli sontri diretti favorevoli, che al momento consentono all’undici di Nello Di Costanzo di disputare gli spareggi play-out con tutti i vantaggi del caso (seconda gara in casa e due risultati su tre a disposizione).

La formazione peloritana si presenta alla sfida al gran completo: mister Di Costanzo ha infatti convocato tutti i giocatori che compongono la rosa. In campo vanno Berardi tra i pali, dietro ad una difesa a quattro con Pepe e Stefani centrali, Altobello e Benvenga sulle corsie laterali. A centrocampo Mancini e Damonte coprono le fasce con Izzillo e Nigro a completare il reparto dietro le punte Corona e Orlando. L'Ischia deve invece rinunciare al terzino sinistro Francesco Bruno per un fastidioso infortunio alla caviglia. Un'assenza importante per il tecnico Maurizi, costretto ad adattare Armeno in difesa. A completare il reparto arretrato Siriganno, Impagliazzo e Finizio davanti all’estremo difensore Giordano. Linea mediana a tre con Massimo centrale affiancato da Bulevardi e Chiavazzo. In avanti Millesi a supporto degli attaccanti Ciotola e Infantino.

I padroni di casa, in tenuta bianca, partono subito pimpanti dinanzi ai 4mila presenti al “San Filippo”. Al 4' Orlando vince un duello con un difensore avversario e calcia in porta dal limite, trovando però la pronta reazione di Giordano che respinge la conclusione. Al 6' è Millesi che impegna il portiere del Messina con una voleè insidiosa che Berardi riesce ad intercettare. I siciliani sembrano riuscire a guadagnare spazi conquistando maggiore continuità di gioco ma al 21’ è l’Ischia ad affondare il colpo: su un lancio da centrocampo Infantino beffa la difesa e con un pallonetto trafigge Berardi. La retroguardia peloritana invoca il fuorigioco ma gli ospiti si portano sull’1-0 tra le proteste. Per l’attaccante ospite si tratta dell’ottava rete con la maglia ischitana. Il Messina abbassa il ritmo e non riesce a impostare la manovra: i campani tengono il pallino del gioco e si fanno rivedere in avanti al 26’, quando Ciotola ruba palla ed entra in area pericoloso ma senza esiti. Le squadre si contendono il possesso del pallone a centrocampo: al 40’ il Messina avanza e prova ad impensierire la difesa ospite con una girata in area di Mancini che però si spegne a lato. Al 45’ l’undici di Maurizi riesce a mettere la sfera in area con un cross di Infantino su cui Ciotola non trova per un soffio la deviazione in porta. Al termine dei due minuti di recupero concessi dal direttore di gara le squadre vanno a riposo. Messina assolutamente deludente, mentre il parziale garantisce all’Ischia di conquistare tre punti preziosi in chiave play-out.

Nella ripresa i giallorossi scendono in campo con maggiore convinzione. Al 47’ ci prova Orlando con un tiro da fuori area che si spegne alla sinistra di Giordano. Sei minuti dopo è Corona a calciare al volo dal limite, trovando però il palo e poi Impagliazzo che evita il tap-in. Sempre Re Giorgio ci prova al 57', questa volta di testa, ma trova la deviazione di un avversario. Nello Di Costanzo opera la prima sostituzione al 59’, quando Ciciretti prende il posto di Izzillo. L’Ischia si fa rivedere con un break per vie centrali al 60' con Armeno, che calcia fuori e butta alle ortiche una buona occasione. Stessa sorte che capita al 62' ai biancoscudati, quando Stefani colpisce la sfera in maniera sbilenca da ottima posizione. Messina che appare in grado di riportare la situazione in parità: a dimostrazione la traversa colpita di testa al 66’ da Damonte sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Il pareggio è nell’aria e arriva puntuale al 71’ con l’inossidabile Corona, che addomestica un pallone crossato in area e di sinistro trafigge Giordano per l’1-1. Decimo gol stagionale per l’attaccante siciliano, assente dal tabellino dei marcatori da diversi turni. Primo cambio per gli ospiti al 75': Agenore Maurizi inserisce l'ex Schetter al posto di Chiavazzo. Al 85’ nuova sostituzione per l'Ischia: esce Armeno entra Bassini, un terzino sinistro per un altro. Nel finale tra i padroni di casa spazio per Donnarumma e Cane che prendono il posto di Nigro e Benvenga, mentre l’Ischia manda in campo Gerevini per Bulevardi. Al termine dei cinque minuti di recupero la situazione però non cambia: entrambe le formazioni sembrano accontentarsi del risultato e la sfida si chiude sull’1-1. Il Messina, ormai con la testa ai play-out, nel prossimo turno sarà impegnato nell'insidiosissima trasferta di Benevento, secondo in classifica.

 

MESSINA – ISCHIA ISOLAVERDE 1 – 1

Reti: 21’ Infantino (I), 71’ Corona (M)


MESSINA (4-4-2): Berardi, Altobello, Stefani, Pepe, Benvenga (93’ Cane), Izzillo (59’ Ciciretti), Nigro (88’ Donnarumma), Damonte, Mancini, Orlando, Corona. A disposizione: Iuliano, Silvestri, Spiridonović, Bortoli. Allenatore: Nello Di Costanzo.

ISCHIA ISOLAVERDE (4-3-1-2): Giordano, Finizio, Impagliazzo, Sirignano, Armeno (85’ Bassini), Bulevardi (89’ Gerevini), Massimo, Chiavazzo (75’ Schetter), Millesi, Ciotola, Infantino. A disposizione: Mennella, Formato, Caso, Alvino, Verachi. Allenatore: Agenore Maurizi.


Arbitro: Antonio Rapuano di Rimini

Ammoniti: Corona (M)

Recupero: 2’ pt, 5' st

Più informazioni: acr messina lega pro  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.