Lunedì 16 Settembre 2019
Pessima prestazione dei peloritani che strappano i tre punti con una perla nel finale


Lega Pro. Il Messina abbatte la Lupa con una bomba di Ionut

di Carmelo Micalizzi | 05/03/2016 | SPORT

1544 Lettori unici

L'esultanza dei giallorossi a fine gara

Il Messina strappa tre punti importantissimi nella trasferta di Rieti contro il fanalino di coda Lupa Castelli Romani nella gara valida per la 25esima giornata del gruppo C della Lega Pro. Una prestazione a dir poco incolore per i giallorossi, tra le più brutte considerando la modestia dell’avversario che oggi si trovava davanti agli uomini di Raffaele Di Napoli. Qualche occasione nel primo tempo non è sufficiente a giustificare la gara odierna: pochissime occasioni, ancor meno le idee messe in campo e un gioco praticamente inesistente che ha rischiato di compromettere una partita da vincere a tutti i costi e possibilmente senza soffrire. A salvare il Messina ci ha pensato l’esordiente jolly difensivo Ionut all'esordio e proprio nel giorno del suo ventottesimo compleanno, che ha raccolto un pallone vagante trasformandolo in oro puro con un gran tiro dalla distanza. Messina che sale a quota 34 punti in classifica e che dovrà adesso mettere a posto le idee e prepararsi al meglio alla prossima giornata, quando al “Franco Scoglio” arriverà il Foggia terzo in graduatoria ma reduce dalla sconfitta di oggi per 3-0 ad Andria nella gara in contemporanea con il match di Rieti. La salvezza, intanto, è quasi raggiunta.

Raffaele Di Napoli schiera il solito 4-3-3 con diverse novità soprattutto sulla linea difensiva: tra i pali c’è sempre Berardi ma cambiano i centrali di difesa; non più Martinelli-Burzigotti, ma Martinelli-De Vito con il nuovo acquisto Ionut terzino destro all'esordio e Zanini terzino di sinistra. A centrocampo di sono i soliti Fornito, Baccolo e Giorgione a supporto dei tre davanti Gustavo, Tavares e Scardina, novità dal primo minuto. Ancora fuori Padulano, Cocuzza e Biondo a cui si aggiunge Salvemini.
La prima frazione vede un Messina superiore ai padroni di casa, ma il match non si sblocca nonostante diverse occasioni, anche abbastanza clamorose: in avvio una conclusione di Fornito deviata da un difensore ospite viene smorzata dall’estremo difensore Tassi, oggi tra i pali per gli amarantocelesti dopo la squalifica del portiere titolare. Al 18’ è ghiotta l’occasione per Scardina, che imbeccato da un cross di Gustavo in area, gira di testa trovando la grande risposta di Tassi. Ma l’opportunità più grande capita a Giorgione che al 37’ approfitta di un corridoio centrale e si porta in area: il suo sinistro, però, si stampa sulla traversa. Un brivido corre anche lungo la schiena dei peloritani, quando Berardi toglie da sotto la traversa un gran destro di Scicchitano. Lo stesso Scicchitano allo scadere spreca con un destra alle stelle un’ottima situazione di contropiede per i padroni di casa. La seconda frazione del Messina è completamente incolore: nessuna vera e propria occasione se non qualche pallone buttato in avanti e puntualmente rimandato al mittente dalla Lupa.

A differenza del primo tempo, quando i giallorossi avevano tentato qualche importante sortita sfiorando il vantaggio, nei secondi 45’ sono quasi nulle le preoccupazioni per il portiere Tassi. E’ anzi Berardi a sudare freddo al 67’, quando De Gol trova tutto solo in area un ottimo cross di Carta, ma invece che centrare la porta calcia alle stelle il pallone dell’1-0. Proprio quando la partita sembrava proiettarsi su uno deludente 0-0, arriva con un pizzico di fortuna il gol del Messina: punizione di Gustavo dalla trequarti che la retroguardia laziale allontana, sul pallone vagante però si avventa Ionut, che con un autentico missile terra-aria mette in fondo al sacco il vantaggio peloritano. Finisce 0-1 a Rieti dopo 4' di recupero. Il Messina strappa una vittoria fondamentale in chiave salvezza: ora i playout distano 9 punti. 

 

TABELLINO


LUPA CASTELLI ROMANI – MESSINA 0 - 1

 Marcatori: 87’ Ionut (M)


LUPA CASTELLI ROMANI (4-3-3): Tassi, Rosato, Carta, Di Bella, Prutsch (80’ Kosovan), Aquaro, De Gol, Maiorano, Roberti, Scicchitano (55’ Falasca), Morbidelli (68’ Mastropietro). A disposizione: Coletta, Anderson, Proietti, Ricamato, Sporkslede, Rossetti. All.: Mario Palazzi

MESSINA (4-3-3): Berardi, Ionut, Zanini, Baccolo, Martinelli, De Vito, Fornito (65’ Barisic), Giorgione, Tavares, Gustavo (93’ Barilaro), Scardina (90’ Giuseppe Russo). A disposizione: Addario, Mileto, Genny Russo, Bramati, Burzigotti, Masocco. All.: Raffaele Di Napoli

Arbitro: Vittorio Di Gioia di Nola

Ammoniti: Scardina, Ionut, Barisic (M), De Gol, Maiorano (L)

Recupero: 1’ pt, 4' st

Più informazioni: acr messina lega pro 15-16  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.