Giovedì 19 Settembre 2019
Positivo esordio dei biancoscudati. Tavares gela il 'Veneziani' in pieno recupero


Lega Pro. Il Messina in dieci strappa un pari prezioso a Monopoli

di Carmelo Micalizzi | 20/09/2015 | SPORT

1461 Lettori unici

Il Messina riparte da zero centotredici giorni dopo la disfatta totale del San Filippo. Squadra totalmente rivoluzionata, con soltanto Alessandro Berardi vecchia conoscenza a difendere i pali biancoscudati. Società nuova, nuovo allenatore - Arturo Di Napoli, seppur vecchia gloria del Messina che stupì mezza Serie A -, e nuovo avversario, il Monopoli, ritornato in Lega Pro dopo 5 anni. Di Napoli è costretto ad operare alcune scelte obbligate vista l’assenza dei non ancora tesserati Alessandro Parisi e Zanini e gli indisponibili Baccolo e Gustavo. 
I biancoscudati giocano una discreta partita contro un Monopoli apparso per la verità modesto. Pesano le assenze per i peloritani, soprattutto a centrocampo, e il ritardo sulla condizione fisica. Discutibile la prova di Burzigotti, entrato dalla panchina e capace di farsi espellere nel momento migliore del Messina per un banale fallo a centrocampo. Da lì la scena è tutta per il Monopoli, che riesce addirittura a sbloccare a 8’ dalla fine con un gol dell’ex Antonio Croce. Risultato che sembra materalizzarsi quando in pieno recupero è Tavares subentrato a partita in corso, a far gioire i supporters giunti dallo Stretto con il gol del pareggio.

I giallorossi scendono dunque in campo proprio con Berardi tra i pali, Martinelli e Palumbo al centro della difesa, poi De Vito e Frabotta sulle corsie esterne; centrocampo a tre con Bramati, Fornito e Giorgione a supporto del tridente con Barraco a sinistra, Padulano a destra e Salvemini punta centrale. Al “Veneziani” si gioca sotto il temporale e la pioggia rende pesante il terreno di gioco. I padroni di casa partono forte collezionando qualche corner in avvio e mandando in sofferenza i giallorossi nelle primissime fasi di gioco. I peloritani provano a venire fuori: ci pensa Bramati imbeccato da una respinta della difesa su cross di De Vito ad andare alla conclusione, senza però trovare la porta. Al 19’ un’indecisione di Frabotta mette i brividi a Berardi che si vede scavalcare da un pallonetto poco preciso di Pinto. Le due occasioni più ghiotte capitano ai pugliesi nel giro di un minuto: al 20’ Gambino incorna un cross di Pinto all’angolino trovando la grande risposta di Berardi, poi subito dopo è ancora Gambino a cogliere l’esterno della rete. Il Messina ci prova ancora in contropiede ma un malinteso fra Bramati e Padulano vanifica tutto e il Monopoli continua a tentare di dire la sua. La sorte non aiuta Di Napoli che in emergenza è costretto a chiamare a sé Palumbo infortunato (35’) per mandare in campo Burzigotti. La pioggia continua ad imperversare sui ventidue in campo mentre la gara si mantiene in una situazione di sostanziale equilibrio. Sarà ancora il Monopoli prima dell’intervallo a farsi vedere con una conclusione di Pinto prima, e una punizione di Luciani poi.

In avvio di ripresa subito Monopoli con cross di Pinto per uno scatento gambino che in spaccata non trova il pallone. Tre minuti dopo Di Fino fa secco Burzigotti e calcia a rete trovando la respinta di un pronto Berardi. Si gioca su un campo pesante e allagato in alcune zone tanto da rallentare il normale movimento del pallone. I pugliesi hanno comunque il completo dominio sul gioco e riescono a fargirare palla e trovare spesso il cross sulle corsie laterali. Dopo un avvio in apnea si sveglia il Messina, che coglie con Giorgione al 64’ una clamorosa traversa da due passi, poi è Tavares a non trovare il pallone dal limite perdendo una ghiottissima occasione. Proprio nel miglior momento del Messina arriva la follia di Burzigotti che commette un inutile fallo a centrocampo e finisce anzitempo la sua partita per doppia ammonizione. I biancoverdi tornano a farsi sotto e dopo due occasioni sbloccano, proprio dopo la sostituzione di Di Napoli che aveva inserito Russo per Barraco correndo ai ripari: all’82’ Croce raccoglie un’ottima torre di Esposito su corner dalla destra e insacca a porta vuota siglando l’1-0. 
Il Messina sembra accusare il colpo ma la partita non è conclusa e Tavares lo ricorda ai festanti supporter pugliesi proprio durante i minuti di recupero: punizione di Padulano dalla destra e stacco dell’attaccante portoghese da pochi giorni giunto a Messina che vale l’1-1. Finale movimentato dunque al “Veneziani” di Monopoli, con i peloritani che strappano il primo punto stagionale e si preparano alla trasferta di Benevento di mercoledì. 

TABELLINO

MONOPOLI – MESSINA 1 - 1
Reti: 82’ Giorgione (M), 91’ Tavares (ME)

MONOPOLI (3-5-2): Pisseri; Bei, Gosheh (46’ pt Esposito), Romano (79’ Djuric), Castaldo, Pinto, Luciani, Difino, Croce, Tarantino, Gambino (64’ Guglielmi). A disposizione: Pellegrino; Ferrara, Esposito, Ricucci, Canalini, Bellante, Djuric, Guglielmi, Battaglia.All.: Tangorra.

MESSINA
(4-3-3): Berardi, Frabotta, De Vito, Bramati, Martinelli, Palumbo (35’ Burzigotti), Giorgione, Fornito, Salvemini (59’ Tavares), Barraco (75’ Russo), Padulano.A disposizione: Addario, Barilaro, Burzigotti, Russo, Longo, Biondo, Bossa, Tavares, Cocuzza.All.: Arturo Di Napoli

Arbitro: Vittorio Di Gioia di Nola
Ammoniti: Tarantino, Gosheh (M), Martinelli, Burzigotti, Padulano (ME) Espulsi: 70’ Burzigotti (ME)
Recupero: 2’ pt, 5' st

Più informazioni: acr messina lega pro 15-16  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.