Mercoledì 21 Agosto 2019
Superata la Casertana. Adesso Foggia e Melfi fuori casa prima del derby col Catania


Lega Pro. Il Messina si riprende la vetta: al San Filippo battuta la Lupa

di Carmelo Micalizzi | 24/10/2015 | SPORT

1604 Lettori unici

Il Messina si riprende la vetta. Al termine di novanta minuti intensi, i giallorossi strappano un’altra importante vittoria tra le mura amiche battendo 1-0 la Lupa Castelli Romani nella gara valevole per l’ottava giornata del girone C della Lega Pro e portandosi a quota 16 in classifica. Scavalcata dunque la Casertana, che rimane a 15 punti appaiata al Benevento, anch’esso vincente in serata contro il Catanzaro. Solita buona gara degli undici di Arturo di Napoli che si dimostrano cinici e regalano ancora una gioia ai loro tifosi, oggi giunti in massa al “San Filippo”. Adesso due importanti impegni lontani da casa, con le trasferte di Foggia e Melfi, prima del ritorno del sentitissimo derby con il Catania, che andrà in scena proprio in riva allo stretto il prossimo 15 novembre.

Di Napoli deve rinunciare a Tavares, novità tra gli out della settimana, insieme a Padulano, Giorgione e Gustavo, questi ultimi convocati ma relegati in panchina a scopo precauzionale. Il modulo è il solito 4-3-3 ma con Parisi, al suo ritorno al "San Filippo", titolare al centro della difesa ad affiancare Martinelli; corsie affidate a De Vito e Palumbo, centrocampo con Zanini, Baccolo e Bramati, mentre in avanti c’è Cocuzza affiancato da Salvemini e Barraco. In avvio di gara il Messina non riesce a prendere le misure e subisce qualche sortita da parte degli ospiti che provano a concretizzare dopo 12’ con un tiro da fuori di Volpe che finisce di poco a lato. Passano sette minuti e un lungo brivido attraversa la schiena del portiere ospite Gobbo, che si lascia sfuggire un pallone crossato dalla destra e che per poco non termina dentro dopo una serie di batti e ribatti. La Lupa Castelli prova ancora dal limite con Volpo, ma è Barraco a far sussultare il “San Filippo” al 25’: lancio perfetto per l’esterno classe ’85 che controlla e di prima fa secco un difensore ospite che lo mette giù, ma senza fallo per il direttore di gara che fa imbufalire gli oltre seimila presenti sugli spalti. Due minuti dopo un traversone rasoterra di De Vito penetra nel cuore dell’area ma viene allontanato prima che il pallone venga spedito in fondo al sacco, poi al 39’ doppia occasione per il Messina: una botta di Martinelli dalla lunga distanza costringe Gobbo al grande intervento, poi sul corner successivo è Parisi con un sinistro al volo da fuori a scaldare i guanti all’estremo difensore laziale. Prima dell’intervallo, c’è spazio per un’ultima ghiotta occasione per De Vito che in contropiede spreca malamente la palla dell’1-0.

Al fischio di ripresa il Messina mette subito in chiaro le sue intenzioni e impiega meno di 4 minuti a sbloccare il risultato: è il minuto 49 quando Barraco mette un “cioccolatino” per Cocuzza che col destro coglie il palo favorendo Salvemini che a porta sguarnita sigla la sua prima rete stagionale. Esplode il San Filippo. La partita si spegne dopo qualche minuto di ulteriore pressione peloritana e gli ospiti rischiano addirittura di trovare il pari al 62’ quando un campanile viene girato in rovesciata verso la porta di Berardi che non trattiene e viene salvato dal palo. La Lupa aumenta il potenziale offensivo, Di Napoli invece richiama l’acciaccato Cocuzza mandando in campo Gustavo. Al 74’ il direttore di gara, protagonista di una prestazione non proprio brillante, non vede un fallo su Barraco ai venticinque metri e la Lupa riparte tra le proteste dei padroni di casa, riuscendo ad andare alla conclusione con Mastropietro. Lo stesso attaccante laziale ci prova all’89’ con una conclusione al termine di un contropiede dopo un’azione insistita del Messina. Al 90’ la Lupa sfiora il pari quando Mastropietro scappa sulla sinistra e mette in mezzo per un compagno che in spaccata manca di un soffio il pallone del gol. 

 

TABELLINO


MESSINA – LUPA CASTELLI ROMANI 1 - 0
Reti: 49’ Salvemini (M)

MESSINA (4-3-3): Berardi, Palumbo, De Vito, Bramati (80’ Fornito), Martinelli, Parisi, Zanini (77’ Giorgione), Baccolo, Cocuzza (64’ Gustavo), Barraco, Salvemini. A disposizione: Addario, Russo, Biondo, Barilaro, Frabotta, Fusca, Burzigotti, Longo. All.: Arturo Di Napoli

LUPA CASTELLI (4-4-2): Gobbo, Rosato, De Gol, Icardi (67’ Ricamato), Petta, Aquaro (81’ Roberti), Mancini, Strasser, Scardina (61’ Mastropietro), Volpe, Morbidelli. A disposizione: Tassi, Mazzei, Carta, Proietti, Ferrari, Crescenzo. All.: Giorgio Galluzzo

Ammoniti: Icardi, De Gol (L), Bramati (M)

Recupero: 1' pt, 3' st

Arbitro: Giovanni Nicoletti di Catanzaro

Più informazioni: acr messina lega pro 15-16  


COMMENTI

Non ci sono ancora commenti, puoi essere il primo.

Lascia il tuo commento

Dichiaro di aver preso visione dell'informativa privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003.